Italoblog http://blog.italotreno.it Appunti di viaggio ad Alta Velocità. Thu, 19 Apr 2018 07:56:14 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.5 http://blog.italotreno.it/wp-content/uploads/2016/10/cropped-italoblog_viaggio_in_treno_alta_velocita-32x32.png Italoblog http://blog.italotreno.it 32 32 Gite sul lago di Garda, meglio Peschiera o Desenzano? Entrambe! http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/gite-sul-lago-di-garda-meglio-peschiera-o-desenzano-entrambe/ Thu, 19 Apr 2018 07:56:14 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2979 La prossima gita sul lago di Garda? Scopri gli itinerari naturalistici di Peschiera e la romantica movida di Desenzano!

L'articolo Gite sul lago di Garda, meglio Peschiera o Desenzano? Entrambe! proviene da Italoblog.

]]>
Desenzano e Peschiera sono due cittadine sulle rive del Lago di Garda e mete di gite fuori porta che sanno offrire attrazioni per tutti i gusti: ospitalità per coppie con bambini al seguito e divertimento per i più giovani ed esigenti.

Se Peschiera è l’ideale per passeggiare o rilassarsi, Desenzano, tappa obbligata degli itinerari sul versante lombardo del Garda, saprà soddisfare anche chi si è allontanato dalla città, certo, ma non vuole rinunciare a una frizzante vita notturna.

Desenzano del Garda, la movida fuori porta

Visitare Desenzano vuol dire poter fare una passeggiata sul lungolago, un giro nei vicoli dello shopping; navigare il lago, anche a vela, o goderselo più da lontano, sorseggiando uno degli ottimi vini che offre il territorio circostante. Se poi vuoi spingerti fino alle terme di Sirmione, puoi farlo con i collegamenti via bus che partono proprio dalla stazione di Desenzano.

gita sul lago di garda desenzano sirmione

Ecco dunque la particolarità di questo centro: è la destinazione ideale per chi vuole allontanarsi dal caos della città ma anche per chi, allo stesso tempo, non può fare a meno della movida cittadina. Ritrovarla in una cornice romantica e suggestiva come il lago illuminato, poi, è tutta un’altra storia! 😊

Una gita a Peschiera, in barca o in bicicletta

Peschiera del Garda è la meta ideale per chi vuole godersi il fascino di una città ricca di storia e la tranquillità di un luogo circondato dal verde, magari contemplando un tramonto dalla riva o noleggiando una barca e rincorrendo il sole prima che scompaia dietro le montagne.

gita sul garda peschiera

Chi preferisce un veicolo diverso potrà scegliere tra la canoa, il pedalò o un classico senza tempo: la bicicletta, andando alla scoperta degli itinerari cicloturistici lungo il Mincio (quanto sia bella l’area attraversata da questo fiume ve l’avevamo già raccontato esplorando proprio i dintorni del Parco del Mincio a Mantova) o dei vigneti del Lugana.

gite lago di garda gardaland

Se, infine, vincerà la voglia di avventura e divertimento – garantito a tutte le età – non possiamo dimenticarci del più grande parco divertimenti italiano, Gardaland, collegato direttamente con la stazione ferroviaria di Peschiera.

Sul lago di Garda con Italo

Sponda veneta o versante lombardo che sia, da oggi raggiungere il lago di Garda in treno è più semplice: i treni per Desenzano e le corse per Peschiera ad Alta Velocità di Italo partono da Milano, Torino, Venezia, Verona, Brescia, Padova e Vicenza. Panorami e passeggiate, shopping e divertimento in riva al lago di Garda ti aspettano!

L'articolo Gite sul lago di Garda, meglio Peschiera o Desenzano? Entrambe! proviene da Italoblog.

]]>
Vedere Firenze dall’alto è un’altra cosa: i 5 migliori punti panoramici in città http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/vedere-firenze-dall-alto-migliori-punti-panoramici/ Mon, 16 Apr 2018 07:42:32 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2977 È possibile passeggiare… sopra una città? Scopri i migliori punti panoramici di Firenze per goderti la città dall’alto, per un’esperienza mozzafiato!

L'articolo Vedere Firenze dall’alto è un’altra cosa: i 5 migliori punti panoramici in città proviene da Italoblog.

]]>
Vedere il capoluogo toscano è senz’altro una delle esperienze di viaggio più ambite, sia dagli italiani sia dagli stranieri. È per questo che ti abbiamo già suggerito un itinerario per visitare Firenze in 3 giorni, dal Museo degli Uffizi alle passeggiate sul Lungarno, per immergersi nella sua atmosfera unica al mondo.

Stavolta però vogliamo proporti qualcosa di diverso dai grandi classici, o meglio: un itinerario per vederli in una chiave diversa 😊 Vogliamo mostrarti i migliori 5 punti panoramici dai quali scoprire Firenze dall’alto, passeggiando “sopra la città”, lontano dalla folla che a volte circonda musei e monumenti. Dal generale dei panorami mozzafiato al particolare dei luoghi storici più adatti per goderseli.

Firenze dalla Cupola

Il Duomo di Firenze, la cattedrale dedicata a Santa Maria del Fiore, è la terza chiesa più grande al mondo: solo le cattedrali di San Pietro a Roma e di San Paolo a Londra la superano per dimensioni, ma sono state edificate dopo il Duomo fiorentino.

firenze dall'alto panorama dalla cupola di santa maria del fiore

Oltre a essere un capolavoro architettonico, e un luogo in cui ammirare alcuni splendidi affreschi di grandi pittori, Santa Maria del Fiore è proprio uno tra i punti panoramici di Firenze più suggestivi. La cupola del Duomo, capolavoro assoluto di Brunelleschi, offre un doppio spettacolo: la scoperta del suo interno, accessibile dalle scale ricavate nella sua struttura, e un poetico colpo d’occhio sull’intera città, che domina dall’alto.

Il museo più in alto di Firenze

firenze dall'alto panorama da piazzale michelangelo

Immerso nel verde del Giardino di Boboli, modello per i giardini di molte corti europee e vero e proprio museo a cielo aperto, si trova un altro tra i luoghi più frequentati per vedere Firenze dall’alto. Si tratta di Piazzale Michelangelo, dal quale è possibile ammirare il panorama del centro di Firenze e non solo: se il tempo è clemente e l’aria limpida, si può seguire il corso dell’Arno fino a vederlo scomparire sull’orizzonte degli Appennini.

Il panorama a 100 metri da terra

Salire sulla Torre di Arnolfo, il punto più in alto di Palazzo Vecchio (o Palazzo della Signoria), ti permetterà sia di ritrovare la cattedrale di Santa Maria del Fiore, maestosa anche quando la si vede dall’alto e da lontano, sia di attraversare i Camminamenti di Ronda. Nascosti dietro le merlature del Palazzo, i camminamenti erano necessari alle guardie del palazzo per sorvegliare Firenze e conservano tuttora le botole dalle quali, in caso di un attacco, i soldati riversavano olio bollente sugli aggressori.

Come toccare il Duomo

A metà strada tra Santa Maria Novella e Santa Croce, non lontano dal lungofiume e dalle migliori botteghe artigianali di Firenze, in cui si lavorano pelli, oro e argento, puoi trovare l’ultimo – ma non per importanza – dei punti panoramici che abbiamo scelto per te.

firenze dall'alto panorama dalla biblioteca delle oblate

© Wikimedia Commons – ph. Giaccai

È la terrazza della Biblioteca delle Oblate, che regala una prospettiva diversa e più intima della cupola di Brunelleschi: ti sembrerà quasi di poterla toccare, vedendola fare capolino dietro il tetto della biblioteca.

A Firenze con Italo

Raggiungere la culla del Rinascimento con Italo è semplice: oltre 50 treni per Firenze al giorno collegano la città con molti dei più importanti capoluoghi italiani come Roma e Milano, Napoli, Bologna e Venezia. E ricorda: girare in lungo e in largo per la città mette fame, meglio prepararsi anche con la lista dei migliori posti dove mangiare la fiorentina 😊

L'articolo Vedere Firenze dall’alto è un’altra cosa: i 5 migliori punti panoramici in città proviene da Italoblog.

]]>
Vinitaly 2018, biglietti e informazioni per l’immancabile fiera di Verona http://blog.italotreno.it/in-viaggio-per-lavoro/vinitaly-2018/ Mon, 09 Apr 2018 07:08:53 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2944 Aprile, tempo di Vinitaly! Scopri come partecipare alla più importante fiera dedicata ai professionisti del mondo del vino, a Verona dal 15 al 18 aprile 2018.

L'articolo Vinitaly 2018, biglietti e informazioni per l’immancabile fiera di Verona proviene da Italoblog.

]]>
Ormai manca davvero poco all’attesissimo appuntamento con la 52esima edizione di Vinitaly, la principale manifestazione legata al mondo del vino, che quest’anno promette di essere ancora più internazionale, green e digitale rispetto agli anni passati.

Se per lavoro ti capita spesso di partecipare a fiere di settore come, ad esempio, la fiera Cosmoprof a Bologna o la Fashion Week a Milano, sai bene che l’organizzazione è fondamentale: ecco dunque un post dedicato a chi, come te, ha intenzione di partecipare a Vinitaly e sta pianificando la propria trasferta.

Le novità dell’edizione 2018 di Vinitaly

Se già l’edizione 2017 ha registrato un record di quasi 130.000 visitatori, quest’anno Vinitaly si propone di fare ancora di più, mettendo in campo diverse novità.

vinitaly 2018 espositori

Aumenta ad esempio il numero degli espositori esteri presenti all’interno del padiglione internazionale: una possibilità unica per mettere il tuo business in contatto con importanti investitori stranieri.

L’edizione di quest’anno riserva anche una particolare attenzione al mondo green con le aree ViVIT, VinitalyBio e Fivi, dedicate a chi punta sul biologico e sulla produzione sostenibile.

Inoltre, per rendere la tua esperienza a Vinitaly produttiva anche dopo la fiera, è stata creato un portale informativo online che raccoglie un database di migliaia di vini ed espositori, accessibile tutto l’anno.

La manifestazione sarà anche scandita da una serie di appuntamenti speciali all’interno dei vari padiglioni della fiera: presentazioni, cooking show e degustazioni in prestigiosi ristoranti dove gustare ricercati abbinamenti di vino e prodotti tipici regionali.

Vinitaly and the City

Nonostante Vinitaly sia un’iniziativa riservata agli operatori del settore come te, a Verona e dintorni non mancano certo iniziative parallele dedicate ai wine lovers.

vinitaly and the city 2018

Comincia infatti il 13 aprile Vinitaly and the City, un percorso di quattro giorni alla scoperta di sapori e tradizioni nostrane con musica, arte, spettacoli e degustazioni nel cuore di Verona.

Se arrivi in città con qualche giorno di anticipo, non perdere questo vero e proprio viaggio attraverso le specialità di ogni regione, da affrontare munito di passaporto: già, perché ad ogni tappa ti verrà riconosciuto un timbro che attesterà il tuo percorso nel mondo del gusto!

Come partecipare a Vinitaly

Sarà possibile accedere alla manifestazione dal 15 al 18 aprile 2018, dalle ore 09.30 alle ore 18.00, con ultimo accesso consentito alle ore 17.00 tutti i giorni tranne mercoledì 18 aprile, i cancelli chiuderanno alle ore 16.

vinitaly verona 2018

Trattandosi di una fiera dedicata agli operatori specializzati, l’accesso è consentito solo a determinate categorie professionali (trovi la lista completa sul sito dell’evento) munite di titolo d’ingresso valido, acquistabile online o direttamente ai desk d’ingresso della fiera.

Ricorda che ogni visitatore può acquistare a proprio nome un solo ingresso per ogni giorno di manifestazione, quindi se viaggi con i colleghi assicurati che ognuno si procuri il proprio biglietto!

A Verona con Italo

Porta il tuo business a Vinitaly con Italo! Scopri tutti i treni per Verona in partenza dalle principali città: Milano, Napoli, Brescia, Venezia e non solo. E poi, se il vino per te non è solo lavoro ma anche una passione, potrai anche ritagliarti del tempo da turista in città, alla ricerca delle migliori enoteche di Verona 😊

 

Per tutte le foto: © Ennevi – VeronaFiere

L'articolo Vinitaly 2018, biglietti e informazioni per l’immancabile fiera di Verona proviene da Italoblog.

]]>
Salone del Mobile 2018, a Milano espositori pronti per la 57a edizione http://blog.italotreno.it/in-viaggio-per-lavoro/salone-del-mobile-2018-milano/ Thu, 05 Apr 2018 07:46:01 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2933 Pronto a fare il pieno di stile e design? Scopri tutte le novità, gli espositori e le info pratiche per partecipare al Salone del Mobile 2018 a Milano!

L'articolo Salone del Mobile 2018, a Milano espositori pronti per la 57a edizione proviene da Italoblog.

]]>
“Il Salone del Mobile non è solo una fiera, ma un’esperienza globale”. Così si legge sul Manifesto dell’evento che da diversi anni è in grado di raccogliere nel capoluogo meneghino più di 300.000 persone provenienti da tutto il mondo.

Viaggiando per lavoro ti sarà sicuramente già capitato di recarti a Milano, magari per partecipare a Fa’ La Cosa Giusta o per pranzare con un cliente in uno degli ottimi ristoranti giapponesi di Milano. Se operi nel settore del design, sappiamo che a breve tornerai per l’imperdibile Salone del Mobile.

salone del mobile 2018 milano orari

Ecco dunque tutte le informazioni necessarie per prendere parte ad una delle manifestazioni più attese dell’anno, che si svolgerà a Rho Fiera Milano dal 17 al 22 aprile 2018.

Le novità del Salone del Mobile 2018

Con più di 2.000 espositori e il 22% di aziende estere, questa 57° edizione del Salone del Mobile si preannuncia estremamente ricca e variegata: una serie di manifestazioni all’insegna del design, della sostenibilità e delle soluzioni per l’abitare del futuro.

salone del mobile 2018 milano espositori

Tre le principali tipologie d’arredo che trovano spazio all’interno dei padiglioni della fiera per il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo: Design (dedicato ai prodotti in grado di unire innovazione e senso estetico); Classico (dove la tradizione e l’artigianalità esprimono tutto il loro potenziale); xLux (settore dedicato al lusso senza tempo).

La Fiera, inoltre, ospiterà altre tre manifestazioni pensate per gli addetti ai lavori che, come te, si occupano di innovazione e creatività:

  • EuroCucina/FTK (Technology For the Kitchen), che detta le tendenze della cucina di domani;
  • il Salone Internazionale del Bagno, per immaginare insieme come uno spazio funzionale possa diventare un luogo di relax;
  • il Salone Satellite, l’appuntamento internazionale del design dedicato agli under 35, per mettere in contatto imprenditori e giovani progettisti.

Il Fuorisalone

fuorisalone 2018 milano

Nato spontaneamente per far vivere l’atmosfera del Salone anche al di fuori dei padiglioni fieristici, il Fuorisalone è ormai un appuntamento fisso per tutta la città di Milano e non solo.

Durante le giornate della manifestazione i quartieri di Brera, Tortona, Porta Venezia, Isola e in generale le zone del centro si trasformano in veri e propri Design District aperti a tutti.

Puoi trovare sul sito dedicato il programma completo, che spazia tra esposizioni, eventi, concerti e installazioni interamente dedicati a chi vuole vivere il design in prima persona. Un’occasione unica per divertirsi dopo una lunga giornata tra gli stand della Fiera 🙂

Come partecipare al Salone del Mobile

Durante la settimana la manifestazione è riservata agli operatori del settore, mentre nel weekend (sabato 21 e domenica 22) è aperta a tutto il pubblico, con orario continuato dalle 09.30 alle 18.30.

salone del mobile milano 2018

Ogni categoria di visitatore ha una modalità di ingresso dedicata, e per partecipare è possibile registrarsi e acquistare il proprio biglietto d’ingresso sul sito dell’evento o direttamente ai desk della fiera. Se viaggi con Italo avrai diritto ad un ingresso ridotto: ti basterà utilizzare il codice promo ITALOTRENO e tenere a portata di mano il codice biglietto del tuo viaggio!

A Milano con Italo

Con 300.000 visitatori ogni anno non puoi mancare proprio tu 🙂 Raggiungi il Salone del Mobile con l’Alta Velocità: più di 50 treni per Milano in partenza ogni giorno dalle principali città italiane, con 19 corse non stop. La città del design ti aspetta!

Per tutte le foto dell’articolo: © Courtesy Salone del Mobile.Milano

L'articolo Salone del Mobile 2018, a Milano espositori pronti per la 57a edizione proviene da Italoblog.

]]>
Itinerario della Roma antica in 3 giorni, senza i “soliti” siti archeologici http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/itinerario-roma-3-giorni-siti-archeologici/ Mon, 26 Mar 2018 07:36:44 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2901 Vuoi scoprire il fascino di Roma antica lontano dai soliti itinerari? Ecco un programma di tre giorni alla scoperta di siti archeologici originali!

L'articolo Itinerario della Roma antica in 3 giorni, senza i “soliti” siti archeologici proviene da Italoblog.

]]>
Per visitare Roma come si deve bisognerebbe trascorrerci diverse settimane, e comunque non sarebbero sufficienti per esplorarla tutta 🙂 In passato ti abbiamo già proposto degli itinerari alternativi per esplorare la Capitale, focalizzati anche sulle zone più lontane dal centro come l’EUR, o pensati per gli appassionati di cineturismo.

Questa volta invece ti proponiamo un itinerario di Roma antica in tre giorni, ma non aspettarti proposte tradizionali come i Fori Imperiali o il Colosseo: ti portiamo in siti archeologici meno frequentati, ma ugualmente splendidi! Dai, chiedi al tuo capo un venerdì di ferie e metti in valigia le scarpe comode: al nostro segnale, scatena il weekend archeologico 😊

Venerdì: il Parco dell’Appia Antica

Le radici del Parco dell’Appia Antica affondano in una storia millenaria: è il 312 A.C. quando il console Appio Claudio dà il proprio nome ad una nuova e rivoluzionaria strada che collega la città alla Campania, realizzata con grandi pietre levigate e quindi percorribile con ogni mezzo.

itinerario roma 3 giorni

© Parco Regionale Appia Antica – ph. Luigi Maggio

Oggi il Parco è un’area protetta che si estende tra il centro di Roma e i Colli Albani per 3.500 ettari, e i suoi siti sono visitabili in primavera e autunno grazie ad un ricco programma di visite guidate.

Il Parco è dotato di diversi accessi e punti informazione, il principale è il Centro Servizi Appia Antica che da marzo ad ottobre è aperto tutti i giorni (con alcune restrizioni orarie) e che offre la possibilità di noleggiare biciclette. Una sosta nel verde davvero originale, durante la quale potrai immaginare com’era la frenetica vita quotidiana su una delle principali arterie dell’antica Roma!

Sabato: la Domus Aurea

In latino Domus Aurea significa casa d’oro, e il nome identifica la villa costruita da Nerone dopo il grande incendio che distrusse Roma nel 64 D.C, del quale l’imperatore approfittò per appropriarsi di un’area molto vasta sottraendola al popolo romano.

La villa venne distrutta dopo la morte di Nerone, e sulle sue rovine Traiano fece costruire le sue terme, interrando la Domus Aurea e rendendo quindi possibile la sua conservazione nel corso dei secoli.

Oggi, se vuoi toccare con mano il fascino e l’opulenza della Roma antica, la Domus Aurea è una tappa obbligata. Il cantiere di restauro è accessibile con visite guidate, ed il percorso di visita è stato arricchito con delle integrazioni multimediali in realtà virtuale: una nuova modalità di fruizione molto coinvolgente, anche per i più piccoli!

Domenica: il Parco Archeologico di Ostia Antica

La domenica è la giornata perfetta per visitare il Parco Archeologico di Ostia antica, uno degli impianti archeologici più grandi e meglio conservati in Italia.

itinerario roma 3 giorni archeologia ostia antica

© Parco Archeologico di Ostia Antica

In origine la città di Ostia sorgeva sul mare e sul fiume, posizione che ne determinò un’importanza strategica da un punto di vista commerciale e militare. Oggi i resti dei suoi porti imperiali sono visitabili: un’ottima occasione per conoscere un lato diverso e meno noto dell’archeologia romana. Il weekend è uno dei momenti perfetti per godersi la vastità e la ricchezza del Parco: dai un’occhiata agli orari completi sul sito ufficiale.

Pro tip: pianificare la visita di domenica ti permette anche di visitare le Case Decorate per ammirarne le splendide decorazioni e gli affreschi di epoca imperiale, e magari fare tappa a Ostia per un bel pranzo a base di pesce! 😊

A Roma con Italo

La Capitale è a due passi da te con l’Alta Velocità! Con Italo hai 67 treni giornalieri da e per Roma di cui ben 19 corse non-stop da Milano. Se poi sei un appassionato di archeologia, ci sarebbe anche la possibilità di fare un salto a Brescia, al parco archeologico di Brixia, in pieno centro città 😊 Sempre con l’Alta Velocità, ovvio!

 

Per la foto di copertina: © Parco Archeologico di Ostia Antica

L'articolo Itinerario della Roma antica in 3 giorni, senza i “soliti” siti archeologici proviene da Italoblog.

]]>
Benvenuti alla stazione di Santa Lucia a Venezia: mai viaggiato sull’acqua? http://blog.italotreno.it/mondo-treno/stazione-venezia-santa-lucia/ Thu, 22 Mar 2018 08:31:18 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2898 L’hai mai visto un treno che scivola veloce sull’acqua? Parti subito alla volta della stazione di Venezia Santa Lucia e goditi questa esperienza!

L'articolo Benvenuti alla stazione di Santa Lucia a Venezia: mai viaggiato sull’acqua? proviene da Italoblog.

]]>
Unica vera porta di accesso alla città lagunare, la stazione di Venezia Santa Lucia è una delle più grandi d’Italia. Ogni anno, passano da qui circa 30 milioni di passeggeri, fra pendolari e turisti.

È un unicum in Italia, poiché regala ad ogni viaggiatore la sensazione di arrivare in città direttamente via mare. Ti abbiamo incuriosito? Scopriamo allora qualcosa di più su questa stazione!

La storia della Stazione di Venezia Santa Lucia

Un po’ come la stazione di Roma Termini, anche quella di Venezia Santa Lucia ha attraversato una serie di vicissitudini storiche prima di arrivare alla sua struttura definitiva, ultimata solo nel secondo dopoguerra.

Già a fine Ottocento la necessità sempre più evidente di collegare la laguna alla terraferma portò alla demolizione del convento e della chiesa di Santa Lucia, che sorgevano proprio nel piazzale antistante e da cui la stazione ha preso il nome.

I primi disegni per la costruzione della stazione risalgono in realtà agli anni Venti quando l’architetto Angiolo Mazzoni si dedicò per oltre un decennio allo studio di possibili soluzioni, senza tuttavia elaborare un progetto definitivo.

Nel 1934 fu indetto un concorso, vinto dall’architetto Virgilio Vallot con un progetto che tuttavia non fu mai realizzato: il Ministero infatti obbligò Vallot a collaborare con il suo predecessore per progettare una soluzione in modo congiunto. I lavori si interruppero a causa del secondo conflitto mondiale, e la costruzione definitiva fu portata a termine solo nel 1952 su progetto dell’architetto Paolo Perilli.

arrivare a venezia santa lucia in treno copyright didier descouens wikimedia commons

© Didier Descouens via Wikimedia Commons

La stazione di Santa Lucia oggi

Evidentemente gli sforzi degli architetti che si sono susseguiti non sono stati vani, perché hanno portato alla realizzazione di una delle stazioni più suggestive d’Italia! Oggi se viaggi verso Venezia Santa Lucia puoi provare la sensazione unica di arrivare “via mare” a bordo del treno che scorre sulla laguna, attraversando il lungo Ponte della Libertà.

chiesa davanti stazione venezia santa lucia

Una volta uscito dalla stazione potrai godere di una splendida vista diretta sul Canal Grande, con la chiesa di San Simeone Piccolo proprio di fronte e il modernissimo Ponte della Costituzione sulla sinistra, opera dell’archistar Calatrava (che, a proposito di infrastrutture ferroviarie, avevamo già incontrato alla stazione AV Mediopadana di Reggio Emilia 😊).

venezia santa lucia_Ponte_Costituzione_wikimedia commons

© Wikimedia Commons

Il treno è sicuramente l’opzione più comoda per raggiungere Venezia poiché ti permette di arrivare direttamente in città, ottimizzando al massimo il tempo a tua disposizione anche se scegli di fare una gita in giornata.

Dal piazzale della stazione puoi muoverti facilmente a piedi o a bordo di uno dei numerosi vaporetti che collegano i vari sestieri per raggiungere i tanti musei che la città offre, senza dimenticare di fare tappa in uno dei tanti bacari di Venezia, le tipiche osterie della città frequentate dagli abitanti della laguna.

A Venezia con Italo

Visita la splendida città lagunare, anche in giornata, grazie all’Alta Velocità! Italo ti mette a disposizione 14 treni per Venezia ogni giorno, da Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Dì la verità, in fondo ogni scusa è buona per rivedere Piazza San Marco 😊

 

Per la foto di copertina: © Wikimedia Commons

L'articolo Benvenuti alla stazione di Santa Lucia a Venezia: mai viaggiato sull’acqua? proviene da Italoblog.

]]>
Pasqua a Matera, i riti più suggestivi nella splendida cornice dei Sassi http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/pasqua-a-matera/ Mon, 19 Mar 2018 09:16:49 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2894 I riti di Pasqua a Matera sono tra i più affascinanti e antichi d’Italia e d’Europa. Partecipa alle celebrazioni nell’ineguagliabile teatro naturale dei Sassi.

L'articolo Pasqua a Matera, i riti più suggestivi nella splendida cornice dei Sassi proviene da Italoblog.

]]>
Non è la prima volta che ti parliamo di Matera, una delle città più antiche al mondo, famosa per i suoi Sassi che sono diventati patrimonio dell’UNESCO, e di recente sempre più alla ribalta in quanto prossima Capitale europea della cultura del 2019.

Se vuoi scoprire – o riscoprire! – Matera in modo originale e godere del suo fascino suggestivo, perché non trascorrere qui le vacanze di Pasqua e assistere ai riti che ogni anno, da secoli, si ripetono in città secondo tradizione? Ecco qualche consiglio sugli eventi da non perdere nel capoluogo lucano in questo periodo.

Pasqua nella città dei Sassi

La Pasqua è una festività molto sentita a Matera, città estremamente legata alle proprie tradizioni e ai riti che si celebrano in questo periodo, mescolando in un equilibrio perfetto il clima festoso e quello più spirituale. Assistere a questi eventi sarà davvero un’esperienza unica e suggestiva, che saprà regalare emozioni uniche anche a chi è meno interessato all’aspetto religioso della Pasqua.

Già a partire dal giovedì Santo, infatti, nei Sassi a ridosso del Canyon della Gravina hanno inizio le celebrazioni, con uno spettacolo dedicato al Presagio ricco di suggestioni notturne e giochi di luce che mettono ancora più in evidenza il fascino dei Sassi.

cosa fare a pasqua a matera

© bam86 via Flickr

La funzione del venerdì Santo è invece incentrata sulla Via Crucis, seguendo un percorso di quattordici stazioni che si snodano lungo le strade del centro storico. Durante la processione i fedeli, rigorosamente vestiti in abiti scuri, portano sulle spalle le statue di Gesù e della Madonna accompagnati da una banda musicale che esegue alcuni antichissimi brani religiosi.

pasqua a matera cosa fare foto Alain Aittouarès via flickr

© Alain Aittouarès via Flickr

Alla vigilia di Pasqua, fedeli e non si riversano in chiesa per assistere alla messa della Resurrezione e alla benedizione del Cero Pasquale, un rito estremamente sentito dai materani: per richiamare l’attenzione dei cittadini e riunirli sul sagrato si narra che una volta i bambini utilizzassero un oggetto simile ad una tavola di ferro chiamato “tracca troch”.

I dolci delle feste

Al di là dell’aspetto folkloristico e religioso, la Pasqua materana saprà stupirti anche dal punto di vista gastronomico: imperdibile la pannarella (pannarèdd), un dolce di pastafrolla che racchiude al centro un uovo sodo e che, per tradizione, veniva regalato ai bambini.

Non strettamente legati alla Pasqua ma degni di essere assaggiati sono sicuramente il celebre pane di Matera, la torta di ricotta e le spumette, ovvero delle meringhe soffici a base di mandorle tritate.

A Matera con Italo

Hai deciso di festeggiare Pasqua in Basilicata? Raggiungi Matera da Roma con l’Alta Velocità e Italobus in poco più di cinque ore, o da Napoli in meno di quattro. Al rientro in ufficio, se non saprai descrivere con le parole le meraviglie a cui avrai assistito, potrai sempre regalare ai tuoi colleghi un pezzettino di Matera con uno degli originalissimi prodotti dell’artigianato tipico locale!

 

Per la foto di copertina: © bam86 via Flickr

L'articolo Pasqua a Matera, i riti più suggestivi nella splendida cornice dei Sassi proviene da Italoblog.

]]>
Pasquetta 2018 alternativa? Visita le migliori mostre in giro per l’Italia! http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/pasquetta-2018-alternativa-migliori-mostre-italia/ Thu, 15 Mar 2018 08:21:15 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2888 Non hai voglia del solito picnic e cerchi un’alternativa per questa Pasquetta 2018? Parti alla scoperta delle migliori mostre in giro per l’Italia!

L'articolo Pasquetta 2018 alternativa? Visita le migliori mostre in giro per l’Italia! proviene da Italoblog.

]]>
Per tradizione, Pasquetta è la giornata perfetta per godersi una gita fuoriporta in famiglia o con gli amici. Noi di Italo però, ormai lo sai, siamo dei grandi appassionati di arte e di idee originali, quindi abbiamo pensato a un’idea per trascorrere questa Pasquetta 2018 in modo alternativo 😊

Ti abbiamo già accompagnato a Bologna per le mostre autunnali, e suggerito di non perderti la mostra su Galileo a Padova: il calendario delle esposizioni temporanee ad aprile non ti deluderà. Ecco perché abbiamo raccolto per te le migliori mostre da visitare a Pasqua e Pasquetta in giro per l’Italia, anche per approfittare delle nostre splendide città d’arte un po’ meno affollate del solito.

C’è (almeno) una mostra per ogni periodo storico-artistico, e molte sono allestite nella stessa città. Quando si dice l’imbarazzo della scelta!

Il Rinascimento a Bergamo e Roma

Bergamo e Roma celebrano Raffaello Sanzio, artista simbolo per eccellenza del Rinascimento italiano, con due mostre a lui dedicate. A Bergamo presso la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea (GAMeC) fino al 6 maggio c’è Raffaello e l’eco del mito, una mostra che racconta la formazione del maestro, la sua attività e la sua fortuna.

pasquetta alternativa 2018 migliori mostre italiane raffaello roma madonna esterhazy

Raffaello, Gesù Bambino, XVI secolo, olio su tavola, 41,5 x 53,5 cm, Roma, © Gallerie Nazionali di Arte Antica di Roma, Palazzo Barberini

A Roma fino all’8 aprile presso le Gallerie Nazionali Barberini Corsini potrai vedere la Madonna Esterhàzy, una significativa tavola in pioppo esposta insieme al suo disegno preparatorio.

Il Barocco a Napoli e Milano

Presso il Museo Diocesano di Napoli, fino al 30 aprile avrai la possibilità di ammirare un vero e proprio gioiello: si tratta de La Madonna col Bambino in una ghirlanda di fiori, un’opera votiva realizzata a quattro mani da Rubens e Brueghel.

A Milano invece le Gallerie d’Italia ospitano fino all’8 aprile L’ultimo Caravaggio, una mostra che testimonia come lo stile del grande artista lombardo abbia lasciato un segno indelebile anche sui suoi successori.

L’Ottocento a Firenze e Milano

Nella suggestiva chiesa di Santo Stefano al Ponte di Firenze è allestita fino all’1 maggio Monet Experience, che ti farà immergere in un’esperienza multisensoriale ispirata ai capolavori dipinti en plein air dal maestro francese.

pasquetta alternativa mostre italia impressionismo avanguardie milano

Claude Monet, Il sentiero riparato, 1873, olio su tela, 54.1 x 65.7 cm, Philadelphia Museum of Art, Donazione di Mr. and Mrs. Hughs Norment in onore di William H. Donner, 1972

L’Ottocento è protagonista anche in Impressionismo e Avanguardie, in programma a Milano a Palazzo Reale fino al 2 settembre: qui potrai ammirare i capolavori di quella fortunata stagione artistica, direttamente dalla prestigiosa collezione del Philadelphia Museum of Art.

Il Novecento a Milano e Brescia

pasquetta alternativa mostre italia frida kahlo milano

Frida Kahlo – Natura morta con pappagallo e frutta, 1951, Olio su tela, 25,7 x 28,2 cm – Prestatore e Crediti: Nickolas Muray Collection of Mexican Art, Harry Ransom Center. The University of Texas at Austin © Banco de México Diego Rivera Frida Kahlo Museums Trust, Mexico, D.F. by SIAE 2018

Se sei affascinato dall’arte del Novecento, Milano ti offre due mostre imperdibili: fino al 3 giugno il Mudec ospita Frida – oltre il mito, un’occasione unica per vedere finalmente riunite gran parte delle opere dell’iconica artista messicana Frida Kahlo.

Il contesto artistico e culturale tra le due guerre mondiali è invece protagonista della mostra Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918–1943, fino al 25 giugno presso la Fondazione Prada.

pasquetta alternativa mostre milano futurismo fondazione prada

Immagine della mostra “Post Zang Tumb Tuuum. Art Life Politics: Italia 1918-1943” – Foto Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti – 18 febbraio – 25 giugno 2018 – Fondazione Prada, Milano – Courtesy Fondazione Prada

Brescia, oltre a essere una città dalle mille sorprese, non si fa mancare nulla anche nel calendario delle mostre: fino al 1° giugno, Palazzo Martinengo ospita Picasso, De Chirico e Morandi, un vero e proprio viaggio alla scoperta dei capolavori di questi tre grandi nomi del Novecento conservati nelle prestigiose dimore private della zona.

La fotografia contemporanea a Roma (con una bonus track)

Fino a qui ti abbiamo proposto diversi eventi legati prevalentemente alla pittura, ma non possiamo non citare una importante mostra fotografica in programma a Roma.

pasquetta 2018 alternativa mostre italia magnum photo roma

Marc Riboud, Jan Rose Kasmir affronta la Guardia nazionale americana davanti al Pentagono durante una manifestazione contro la guerra del Vietnam, Washington DC, 1967. © Marc Riboud/Magnum Photos/Contrasto

Fino al 3 giugno, infatti, al Museo dell’Ara Pacis è allestita una mostra dedicata ai 70 anni dell’agenzia fotografica Magnum Photos: gli scatti più famosi che hanno segnato un’epoca, occupando spesso le prime pagine dei quotidiani internazionali, riunite tutte insieme. Un’occasione unica per rivivere le tappe della storia più recente attraverso il linguaggio familiare e giornalistico della fotografia.

E la bonus track? Proprio come nei dischi, non poteva non essere in tema musicale 😊 Sempre a Roma, il Museo dell’Arte Contemporanea ospita la mostra internazionale sui Pink Floyd, che ha già riscosso un enorme successo a Londra e celebrerà anche in Italia l’arte di questi musicisti unici, che hanno saputo conquistare, e continuano a stregare, generazioni di appassionati delle sonorità anni ’70.

Visita le mostre con Italo

Le mostre che ami sono più vicine di quanto pensi con l’Alta Velocità: raggiungi Milano, Bergamo, Brescia, Roma e Napoli da tutta Italia con Italo e Italobus! Ogni giorno, 71 treni da e per Roma, 51 collegamenti da e per Milano, 36 treni da e per Napoli, 51 da e per Firenze. E che dire di Brescia, raggiungibile in meno di 4 ore da Roma; o di Bergamo, in poco più di 4 ore? Ti resta solo la scelta della mostra: buona Pasquetta!

 

Per la foto di copertina: dalla mostra “Monet Experience”, Pierre-Auguste Renoir, Les canotiers à Chatou, olio su tela, 1879, National Gallery of Art, Washington (USA).

 

L'articolo Pasquetta 2018 alternativa? Visita le migliori mostre in giro per l’Italia! proviene da Italoblog.

]]>
Pasqua sulla neve: 5 cose da fare a Courmayeur tra montagne e castelli http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/pasqua-sulla-neve-5-cose-courmayeur-montagne-castelli/ Mon, 12 Mar 2018 08:54:56 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2877 Fiere, castelli, parchi avventura… se pensi che Courmayeur sia la meta perfetta solo per sciare preparati a cambiare idea!

L'articolo Pasqua sulla neve: 5 cose da fare a Courmayeur tra montagne e castelli proviene da Italoblog.

]]>
La primavera è quasi alle porte e, se sei un patito della montagna, Pasqua è probabilmente l’ultima occasione utile per goderti una vacanza tra le cime innevate.

Ti abbiamo già dato molti spunti per trascorrere la settimana bianca sulle Alpi o tra le Dolomiti in Val di Fassa, ma questa volta ci concentriamo sulla splendida Courmayeur, la meta ideale per chi vuole unire la passione per lo sci ad altre attività alternative e divertenti per tutta la famiglia, e non solo!

Se stai pensando di trascorrere il weekend di Pasqua sulla neve, ecco 5 idee su cosa fare a Courmayeur per goderti al massimo la tua vacanza.

La Foire de la Paquerette

cosa fare a courmayeur a pasqua foire de la paquerette

© Impressioni di viaggio

Ogni anno, per il lunedì di Pasquetta le vie del centro di Courmayeur si riempiono di bancarelle per la Foire de la Paquerette, la fiera dell’artigianato valdostano. Qui potrai trovare oggetti per la casa, piccole sculture decorative in legno o pietra, capi d’abbigliamento realizzati a mano e molto altro. Può essere una buona occasione per portare a casa un souvenir speciale e originale!

Una giornata al Parco Avventura Montblanc

cose da fare a courmayeur a pasqua parco avventura mont blanc

© Parco Avventura Mont Blanc

Se per te vacanza significa brivido e avventura, non perdere l’occasione di trascorrere una giornata al Parco Avventura Montblanc, situato nella vicinissima Pré Saint Didier. Il parco snoda su diversi percorsi ludici di varia difficoltà, con piattaforme sospese a varie altezze che ti regaleranno una vista mozzafiato sulla catena del Monte Bianco.

Villaggio dei pupazzi di neve

courmayeur villaggio dei pupazzi di neve

© SkyWay Monte Bianco – ph. Filippo Salmé

Se sei alla ricerca di un’esperienza davvero divertente per chi viaggia con bambini – o se vuoi tornare bambino tu stesso 😊 – presso la stazione di partenza della funivia di Courmayeur ti aspetta il Villaggio dei pupazzi di neve: qui ogni bambino potrà realizzare con la neve fresca il proprio pupazzo, che andrà ad aggiungersi agli altri che popolano questo fantasioso villaggio.

I castelli della Valle D’Aosta

cosa fare a courmayeur a pasqua forte di bard

© Fulvio Ghiringhello via Flickr

Non tutti sanno che la Valle D’Aosta nel medioevo era un passaggio obbligato per raggiungere i valichi alpini. Ecco perché è disseminata di splendidi castelli e fortezze, molti dei quali sono facilmente raggiungibili dal centro di Courmayeur. Tutti meritano una visita, ma se sei affascinato dalla storia e dalle leggende antiche non perdere il Forte di Bard, un imponente complesso fortificato che oggi ospita diverse mostre e laboratori.

La Funivia SkyWay Monte Bianco Punta Hellbronner

cose da fare a courmayeur per pasqua skyway monte bianco

© SkyWay Monte Bianco – ph. Enrico Romanzi

Anche se ti fermi a Courmayeur solo per un weekend, la stazione di Punta Hellbronner è una tappa imperdibile per godere una vista mozzafiato sulle Alpi circostanti. La stazione è dotata di vari punti d’osservazione: un’immensa vetrata circondata di schermi multimediali che raccontano la storia delle vette, e una terrazza panoramica circolare di 14 metri di diametro che offre una vista a 360 gradi da togliere il fiato.

A Courmayeur con Italobus

Vuoi goderti solo il bello della neve senza le seccature del viaggio? Con Italobus è possibile! Raggiungi Courmayeur comodamente dalla stazione di Torino Porta Susa grazie ai nostri bus, attivi fino a fine aprile.

 

Per la foto di copertina: © SkyWay Monte Bianco – ph. Filippo Salmé

L'articolo Pasqua sulla neve: 5 cose da fare a Courmayeur tra montagne e castelli proviene da Italoblog.

]]>
Primavera in musica con gli eventi del Jazz Festival di Ferrara http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/eventi-ferrara-jazz-festival/ Thu, 08 Mar 2018 08:47:08 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2868 Pronto per una primavera all’insegna della musica jazz? Ferrara ti aspetta con il suo Jazz Festival fino al 30 aprile: scopri tutti gli eventi in calendario!

L'articolo Primavera in musica con gli eventi del Jazz Festival di Ferrara proviene da Italoblog.

]]>
Ferrara non è solamente una splendida città d’arte rinascimentale perfetta da visitare in un weekend, ma anche una delle mete più interessanti per gli amanti del jazz, che qui possono trovare tanti eventi e concerti esclusivi. Se sei un appassionato o semplicemente sei curioso di scoprire il fascino che si cela dietro a questo inossidabile genere musicale, non perdere il Jazz Festival che si tiene in città fino al 30 aprile.

Il calendario e gli artisti del Jazz Festival

Giunto ormai alla sua diciannovesima edizione, il Jazz Festival ha cambiato molte anime ma non ha mai smesso di promuovere il genere e dare spazio ai più importanti jazzisti nazionali ed internazionali.

La kermesse si svolge nella suggestiva sede del Torrione San Giovanni, uno splendido bastione rinascimentale che fa parte del complesso della cinta muraria della città, e si snoda su tre serate settimanali (venerdì, sabato e lunedì) da ottobre ad aprile, durante le quali si esibiscono musicisti provenienti da ogni parte del mondo, per un totale di circa ottanta concerti.

Molti i musicisti di rilievo che si alterneranno sul palco nelle prossime settimane: la New York Gipsy All-Stars, il quartetto di Vincent Herring feat. Dave Kikoski, Linda Oh e il duo Bill Frisell e Thomas Morgan a fine aprile.

ferrara jazz festival

Per la foto di copertina: © Ferrara Jazz Festival – ph. Davide Simeoli

Se ai grandi nomi preferisci gli artisti emergenti non puoi perdere il Monday Night Raw, la serata dedicata alla scoperta delle giovani promesse del jazz italiano ed europeo: il palco del Torrione si trasforma in un vero e proprio ring sul quale gli artisti si sfidano in infuocate jam sessions!

Durante le serate dei concerti presso il Jazz Club potrai cenare o gustare un aperitivo dalle ore 20 in attesa delle esibizioni che si svolgono alle 21.30 e alle 23.00, tranne il lunedì che prevede un solo set alle ore 21.30. Per prenotare è sufficiente telefonare al numero 0532 1716739, attivo dalle 15.30.

Italo ama la musica e ti regala lo sconto

Ferrara ti regalerà esperienze stupende, e se viaggi con Italo puoi usufruire di tanti sconti per rendere la tua permanenza in città ancora più piacevole!

Stati d’animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni | Trailer from Palazzo dei Diamanti on Vimeo.

I viaggiatori con un biglietto in partenza da o diretto a Ferrara avranno diritto al biglietto ridotto non solo per assistere ai concerti del Festival, ma anche per visitare la mostra Stati d’Animo in programma fino al 10 giugno al Palazzo dei Diamanti, che ospita le opere di alcuni grandi maestri del simbolismo e dell’avanguardia futurista tra Ottocento e Novecento.

A Ferrara con Italo

Raggiungi la città estense e il meglio della musica jazz con l’Alta Velocità! Scegli Italo e i suoi 9 treni giornalieri da e per Ferrara con Padova, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, e Napoli.

 

Per la foto di copertina: © Ferrara Jazz Festival – ph. Davide Simeoli

L'articolo Primavera in musica con gli eventi del Jazz Festival di Ferrara proviene da Italoblog.

]]>