venezia festa della madonna della salute 2017

Scopri il lato meno turistico di Venezia! Non perdere la Festa della Madonna della Salute, una celebrazione unica, tra sacro e profano.


Venezia è indubbiamente una delle città più belle e famose in tutto il mondo, spesso e volentieri sotto i riflettori grazie ai tanti eventi mondani che si svolgono qui, come il Carnevale o la Mostra del Cinema.

Eppure se chiedi ad un veneziano doc quale sia il suo periodo preferito dell’anno, probabilmente ti risponderà novembre, perché è il mese in cui cade la Festa della Madonna della Salute. Scopriamo allora di cosa si tratta e come puoi prendere parte ai festeggiamenti 🙂

Il lato inedito di Venezia si rivela “per colpa” della peste

Se non hai mai sentito parlare della Festa della Madonna della Salute non preoccuparti: è forse l’evento lagunare meno noto. Prende origine dalla grande pestilenza che colpì tutto il nord Italia nel 1630, la stessa di cui parla Alessandro Manzoni ne I Promessi Sposi.

festa della madonna della salute venezia

Nell’estremo tentativo di combattere l’epidemia, il Doge di Venezia fece costruire una chiesa intitolata alla Madonna della Salute, nella speranza che ponesse fine alla pestilenza. Da quasi 400 anni, i veneziani si ritrovano ancora nello stesso luogo per messe e funzioni religiose aperte al pubblico per tutto il giorno.

Nel corso dei secoli, ha assunto anche un significato più laico, diventando un’occasione per passeggiare e festeggiare tra le calli, i porteghi e i campi, tra banchetti di dolciumi, spettacoli e iniziative culturali.

Gli eventi della Festa della Madonna della Salute 2017

Molti sono gli eventi che ruotano attorno alla Festa della Madonna della Salute: che tu sia più interessato all’aspetto religioso o a quello “profano” poco importa, non potrai resistere all’atmosfera gioiosa e tipicamente veneziana che pervade la città durante i festeggiamenti! 🙂

venezia festa della madonna della salute 2017 ponte votivo

Qualche giorno prima della festività – quest’anno il 17 novembre – il Comune di Venezia costruisce il Ponte Votivo, una struttura provvisoria che, solo durante le celebrazioni, collega la Basilica con l’altra sponda del Canal Grande. Una scena davvero suggestiva, considerando che il viavai verso la chiesa è ininterrotto e si svolge sullo sfondo delle luci che cambiano durante il corso della giornata.

Passeggiando invece per Venezia potrai trovare mercatini e banchetti dove assaggiare il cosiddetto “piatto della Salute”, la Castradina: carne di montone affumicata e poi stagionata per mesi, bollita e servita in brodo con foglie di verza. Nella zona di piazza San Marco poi non mancano le degustazioni di prodotti e vini locali, perfetti per accompagnare un piatto impegnativo come la castradina 🙂

Molti sono anche i musei aperti in queste giornate di festa: da Palazzo Ducale al Museo del Vetro di Murano, dalla casa di Carlo Goldoni al Museo Correr, l’ingresso è gratuito per i residenti della città, e spesso per i turisti è scontato 🙂

A Venezia con Italo

Raggiungi la laguna con l’Alta Velocità di Italo! Otto treni per Venezia al giorno da Padova, Ferrara, Bologna, Firenze, Roma e Napoli per provare una vera esperienza da veneziani (a proposito, un giro per i migliori bacari l’hai mai fatto? 🙂 )