Viaggi spesso per lavoro e ogni volta non sai cosa portarti per la trasferta? Ecco le dritte su come fare la valigia 48 ore perfetta per non sbagliare mai!


Tutto ciò di cui hai bisogno entra comodamente in una valigia a rotelle”, diceva in un film un uomo d’affari sempre in viaggio per lavoro. Quel professionista era George Clooney in “Tra le nuvole” e, anche se ci piacerebbe, non sempre le trasferte sono così semplici da organizzare come al cinema. E non tutti i compagni di viaggio hanno il suo stesso fascino, diciamoci la verità.

Se non possiamo garantirti di avere il buon vecchio George al vostro fianco in treno, possiamo almeno semplificarti la preparazione del bagaglio con le nostre dritte su come fare la valigia 48 ore perfetta per le tue trasferte di lavoro.

Perché la 48 ore è la valigia migliore per le trasferte?

È sicuramente la migliore per viaggi brevi, come quelli che si svolgono ogni giorno sulla tratta Roma-Milano. Compatta, leggera, piena di scomparti salva-vita e, allo stesso tempo, non concede quel tanto di spazio in più che ti indurrebbe in tentazione e te la farebbe riempire con oggetti superflui.

Valigia 48 ore come farla per le trasferte

Il nostro consiglio è quello di prendere un modello con le ruote, perché più comoda da trasportare, soprattutto se viaggi anche con una tracolla per il pc. Morbida o rigida? Forse meglio rigida, perché ti aiuta a non stropicciare i tuoi vestiti: vorrai mica arrivare alla riunione di domani con le pieghe sulla camicia?

Preparare con cura l’abbigliamento

La regola aurea è non lasciare spazio all’improvvisazione. Viaggiare per lavoro in questo senso ti aiuta: il dress code sobrio e professionale ti vincola nella scelta degli abiti, e il numero di riunioni alle quali dovrai partecipare ti viene in soccorso per capire quante camicie mettere in valigia.

Cosa mettere nella valigia 48 ore

Tuttavia, c’è ancora qualche dettaglio che ti consigliamo di tenere a mente:

  • Se ne hai nel tuo guardaroba, fra tutte le camicie prediligi quelle in tessuti che non si stropicciano
  • Se avrai modo di ritagliarti una parentesi da turista in città, o se stai già organizzando una serata in giro, riserva lo spazio per un paio di scarpe più comode (soprattutto se in ufficio indossi normalmente i tacchi).
  • Porta sempre con te un impermeabile salvaspazio, soprattutto in primavera e in autunno, per evitare di essere colto alla sprovvista da improvvisi temporali e risparmiarti anche lo stress dell’ombrello (oddio l’ho lasciato in treno!).

Come mettere gli abiti nella valigia 48 ore

come preparare la valigia 48 ore

Ok i vestiti antipieghe, ma cosa fare se l’ordine in valigia non fa proprio per te? Niente panico: i vestiti nella 48 ore mettili così:

  1. Sul fondo riponi l’intimo, il pigiama e le scarpe
  2. Le camicie dovranno essere riposte sopra, per ultime
  3. Prima di inserire gli abiti in valigia, assicurati che la parte superiore sia sempre piegata seguendo la lunghezza e mai in modo trasversale
  4. Usa gli spazi che avanzano per tutto il resto: ad esempio una cravatta (purché arrotolata con cura), o una collana

…e per finire

Come fare la valigia 48 ore perfetta se viaggi spesso per lavoro

… La tecnologia. Se hai una borsa a parte per il pc, cerca comunque di non caricarla troppo: anche se hai un modello leggero, ricorda che tutto il peso sarà comunque riversato su una sola spalla.

È preferibile tenere in valigia tutti gli altri accessori hi-tech di cui potresti aver bisogno. Cavetti, adattatori, power bank, auricolari, tablet, caricabatterie, chievette usb, l’e-reader: meglio riporli nelle tasche esterne della 48 ore, per averli a portata di mano… ma non fra i piedi!