stazione di venezia santa lucia_wikimedia commons

L’hai mai visto un treno che scivola veloce sull’acqua? Parti subito alla volta della stazione di Venezia Santa Lucia e goditi questa esperienza!


Unica vera porta di accesso alla città lagunare, la stazione di Venezia Santa Lucia è una delle più grandi d’Italia. Ogni anno, passano da qui circa 30 milioni di passeggeri, fra pendolari e turisti.

È un unicum in Italia, poiché regala ad ogni viaggiatore la sensazione di arrivare in città direttamente via mare. Ti abbiamo incuriosito? Scopriamo allora qualcosa di più su questa stazione!

La storia della Stazione di Venezia Santa Lucia

Un po’ come la stazione di Roma Termini, anche quella di Venezia Santa Lucia ha attraversato una serie di vicissitudini storiche prima di arrivare alla sua struttura definitiva, ultimata solo nel secondo dopoguerra.

Già a fine Ottocento la necessità sempre più evidente di collegare la laguna alla terraferma portò alla demolizione del convento e della chiesa di Santa Lucia, che sorgevano proprio nel piazzale antistante e da cui la stazione ha preso il nome.

I primi disegni per la costruzione della stazione risalgono in realtà agli anni Venti quando l’architetto Angiolo Mazzoni si dedicò per oltre un decennio allo studio di possibili soluzioni, senza tuttavia elaborare un progetto definitivo.

Nel 1934 fu indetto un concorso, vinto dall’architetto Virgilio Vallot con un progetto che tuttavia non fu mai realizzato: il Ministero infatti obbligò Vallot a collaborare con il suo predecessore per progettare una soluzione in modo congiunto. I lavori si interruppero a causa del secondo conflitto mondiale, e la costruzione definitiva fu portata a termine solo nel 1952 su progetto dell’architetto Paolo Perilli.

arrivare a venezia santa lucia in treno copyright didier descouens wikimedia commons

© Didier Descouens via Wikimedia Commons

La stazione di Santa Lucia oggi

Evidentemente gli sforzi degli architetti che si sono susseguiti non sono stati vani, perché hanno portato alla realizzazione di una delle stazioni più suggestive d’Italia! Oggi se viaggi verso Venezia Santa Lucia puoi provare la sensazione unica di arrivare “via mare” a bordo del treno che scorre sulla laguna, attraversando il lungo Ponte della Libertà.

chiesa davanti stazione venezia santa lucia

Una volta uscito dalla stazione potrai godere di una splendida vista diretta sul Canal Grande, con la chiesa di San Simeone Piccolo proprio di fronte e il modernissimo Ponte della Costituzione sulla sinistra, opera dell’archistar Calatrava (che, a proposito di infrastrutture ferroviarie, avevamo già incontrato alla stazione AV Mediopadana di Reggio Emilia 😊).

venezia santa lucia_Ponte_Costituzione_wikimedia commons

© Wikimedia Commons

Il treno è sicuramente l’opzione più comoda per raggiungere Venezia poiché ti permette di arrivare direttamente in città, ottimizzando al massimo il tempo a tua disposizione anche se scegli di fare una gita in giornata.

Dal piazzale della stazione puoi muoverti facilmente a piedi o a bordo di uno dei numerosi vaporetti che collegano i vari sestieri per raggiungere i tanti musei che la città offre, senza dimenticare di fare tappa in uno dei tanti bacari di Venezia, le tipiche osterie della città frequentate dagli abitanti della laguna.

A Venezia con Italo

Visita la splendida città lagunare, anche in giornata, grazie all’Alta Velocità! Italo ti mette a disposizione 14 treni per Venezia ogni giorno, da Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Dì la verità, in fondo ogni scusa è buona per rivedere Piazza San Marco 😊

 

Per la foto di copertina: © Wikimedia Commons