Montagna – Italoblog http://blog.italotreno.it Appunti di viaggio ad Alta Velocità. Tue, 23 Jan 2018 16:34:10 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.2 http://blog.italotreno.it/wp-content/uploads/2016/10/cropped-italoblog_viaggio_in_treno_alta_velocita-32x32.png Montagna – Italoblog http://blog.italotreno.it 32 32 Settimana bianca sulle Alpi con i bambini, in coppia o con gli amici? http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/settimana-bianca-alpi-bambini-coppia-amici/ Tue, 19 Dec 2017 14:58:12 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2524 Dicci con chi viaggi, e ti diremo la destinazione ideale per la tua settimana bianca sulle Alpi! Courmayeur, Cortina o Canazei?

L'articolo Settimana bianca sulle Alpi con i bambini, in coppia o con gli amici? sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
La settimana bianca è ormai un appuntamento irrinunciabile per molti: una pausa rigenerante dallo stress del lavoro e un’occasione per godersi splendidi panorami imbiancati in completo relax. Anche tu non vedi l’ora di abbandonare la scrivania e di inforcare gli sci?

Come saprai, le settimane bianche non sono tutte uguali! Abbiamo selezionato tre mete ideali per tre differenti vacanze-tipo.

settimana bianca sulle alpi con bambini amici coppia

Viaggi in coppia? Scegli Courmayeur: potrai rilassarti con la tua dolce metà alle terme, goderti la traversata del Monte Bianco in funivia e, a fine giornata, gustare una succulenta fonduta valdostana.

Stai programmando la tua settimana bianca con un gruppo di amici? La destinazione perfetta è Cortina d’Ampezzo: potrai provare il brivido dello snowkite o perfezionare la tua tecnica con lo snowboard, goderti un aperitivo in baita in compagnia e abbuffarti in allegria: hai mai assaggiato i tipici canederli o i casunziei?

Se viaggi con la famiglia, infine, Canazei offre tante possibilità per grandi e piccini, tra partite di hockey, discese con gli sci e tante specialità tipiche, come lo strudel di mele. Di seguito ti illustriamo le attrazioni e le sorprese che ti aspettano in ciascuna di queste incantevoli località!

Courmayeur: la settimana bianca romantica

Stacca dalla routine insieme alla persona che ami! Courmayeur, regina della Valle d’Aosta, offre un’atmosfera suggestiva e panorami da sogno: potrete goderveli, tra l’altro, viaggiando su SkyWay Monte Bianco, l’innovativa funivia che porta in pochi minuti dalla cittadina ai 3.466 m di Punta Helbronner. Qui, una terrazza panoramica vi offre una vista mozzafiato al cospetto del Monte Bianco e di alcune delle montagne più belle e alte d’Europa.

settimana bianca courmayeur alpi skyway monte bianco

© Funivie Monte Bianco SpA – ph. Enrico Romanzi

Per rilassarvi, invece, potete scegliere le Terme di Pre Saint Didier, dove concedervi una coccola speciale e trattamenti benessere.

Settimana bianca alpi courmayeur QC Terme Pré Saint Didier

© QC Terme Pré Saint Didier

E la giornata termina in bellezza con una cena tipica valdostana alla Brasserie d’Entreves.

settimana bianca alpi courmayeur brasserie entreves

© Brasserie d’Entreves

Cortina d’Ampezzo: divertimento e buon cibo in compagnia

Snowkite cortina

© Kite4Freedom – ph. Olga Donati

Settimana bianca con gli amici? A Cortina, sulle Dolomiti bellunesi, trovi tante possibilità per divertirti e stare bene in compagnia. Potete decidere di esercitarvi con lo snowboard o, per provare nuove emozioni, con lo snowkite proposto dalla scuola Kite4Freedom: sci ai piedi, sarete trascinati da uno speciale aquilone sospinto dal vento. Vi sembrerà di volare sulla neve!

settimana bianca sulle alpi cortina el brite de larieto

© El Brite de Larieto – ph. Stefania Giorgi

Dopo tanta attività, immancabili poi le scorpacciate di ottimo cibo: tra i migliori ristoranti ti consigliamo l’agriturismo El Brite de Larieto, mentre se vuoi provare l’esperienza dell’aperitivo in baita con i tuoi amici, non perderti Baita Fraina!

aperitivo in baita fraina cortina

© Baita Fraina

Canazei, un paradiso per le famiglie

Stai cercando una destinazione per la tua settimana bianca in famiglia? Canazei, perla del Trentino, è il posto ideale per grandi e piccini. Merito soprattutto del Canazei Fun Park, un vero parco divertimenti sulla neve con pista da bob, gonfiabili, tappeti elastici e la nuova slittinovia.

canazei fun park

© Canazei Fun Park

Nello stadio del ghiaccio potrete poi assistere ad una appassionante partita di hockey e fare il tifo per la squadra locale, i Fassa Falcons. Per la merenda, poi, niente di meglio di una sosta alla Pasticceria Marlene – Tee-Cafè Stube, a pochi chilometri da Canazei: un vero paradiso per i golosi di ogni età dove puoi trovare dolci, torte e l’immancabile strudel.

settimana bianca canazei fassa falcons

© Fassa Falcons – ph. Doriano Brunel

In settimana bianca con Italo

Ti è venuta voglia di partire per la settimana bianca? Grazie a Italo hai la possibilità di abbinare il treno alta velocità all’autobus: Italobus ti porta direttamente sulla neve di Courmayeur, Cortina e Canazei. Così ti risparmi lo stress delle code in autostrada, e la vacanza inizia già dal viaggio!

L'articolo Settimana bianca sulle Alpi con i bambini, in coppia o con gli amici? sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Vie ferrate e climbing in Trentino, il paradiso della roccia è in Vallagarina http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/vie-ferrate-climbing-trentino-roccia-vallagarina/ Thu, 10 Aug 2017 08:26:37 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2064 Sei appassionato di vie ferrate e arrampicate? In Trentino, nella zona di Rovereto-Vallagarina trovi tanti percorsi sullo sfondo di paesaggi incantevoli.

L'articolo Vie ferrate e climbing in Trentino, il paradiso della roccia è in Vallagarina sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
L’aria pura che riempie i polmoni, l’adrenalina che sale, i panorami incredibili che si aprono tutt’intorno lasciando a bocca aperta. Sono sensazioni che conosce bene chi è appassionato di climbing e vie ferrate, due attività sportive molto impegnative ma incredibilmente appaganti.

L’arrampicata prevede che si scalino le pareti rocciose con corde e imbraghi di sicurezza, ma senza ulteriori appigli artificiali. Le vie ferrate, invece, tipiche dei percorsi alpinistici, sono vere e proprie strutture attrezzate lungo passaggi complessi, realizzate proprio per consentire il proseguimento sul percorso in tranquillità.

vie ferrate e arrampicata trentino rovereto

© Archivio Apt Rovereto Vallagarina

Se sei curioso di provare per la prima volta, o stai valutando dove dirigerti per la prossima escursione, ti suggeriamo il Trentino, e in particolare la zona di Rovereto e della Vallagarina: un paradiso naturale davvero da non perdere, particolarmente adatto a chi ama la roccia grazie alla sua conformazione naturale e alle molte pareti attrezzate presenti.

Abbiamo selezionato percorsi di diverse difficoltà, dal principiante all’esperto, sia per l’arrampicata che per la ferrata: eccoli di seguito, ognuno con caratteristiche uniche e scenari da sogno, tutti assolutamente entusiasmanti.

Vuoi provare l’arrampicata? Inizia dalla falesia di Noriglio

Come probabilmente saprai già, esistono diverse scale che indicano la difficoltà di una parete da climbing. Una delle più utilizzate è quella francese, che classifica la difficoltà complessiva di un tiro di corda utilizzando i numeri dal 3 al 9 seguiti dalle lettere a, b e c o dal segno + (per i gradi intermedi).

arrampicata trentino noriglio © le biserdole via flickr

© Le Biserdole via Flickr

Se sei un principiante assoluto, puoi muovere i primi passi nelle diverse palestre indoor presenti in Vallagarina: ti segnaliamo quelle di san Giorgio e di via San Giovanni Bosco a Rovereto, quella di Mori e di Besenello.

Non perderti poi lo spettacolo della falesia di Noriglio, il posto ideale dove fare le prime “vere” esperienze all’aria aperta: si tratta di un luogo attrezzato a due passi da Rovereto, caratterizzato da roccia di calcare grigio con ampi tratti compatti e lisci e diversi tiri di livello 5-6, perfetti per i beginner.

La falesia di Nomesino

Una piccola parete di calcare giallo e grigio di esemplare bellezza che si apre sopra la strada che porta da Rovereto al Lago di Garda: è la falesia di Nomesino, perla della zona di Arco. Vi troverai in tutto 32 tiri, che potrai affrontare se possiedi già un po’ di esperienza e di allenamento: la maggior parte di essi è infatti di grado 7a o superiore.

Sfida il Massone

Massone è una delle falesie più apprezzate in Italia. Perché? Prima di tutto è di facile accesso, e poi presenta un calcare molto compatto e ben 150 vie per il climbing.

arco massone © Martin Kosír via flickr

© Martin Kosír via Flickr

Certo, anche l’ambientazione naturale fa la sua parte: è immerso in un fresco bosco di ulivi e ti offre un’area picnic dove puoi rifocillarti dopo l’arrampicata. Le vie presentano diversi livelli di difficoltà, ma ti consigliamo di scegliere il Massone se sei esperto: soprattutto nel settore Pueblo trovi tiri dal 7c in su.

La ferrata Marangoni di Mori

Passando alle ferrate, la prima che ti proponiamo si trova a Mori, a 7 chilometri da Rovereto: la ferrata Marangoni.

ferrata marangoni © ancav55 via flickr

© ancav55 via Flickr

Fu realizzata inizialmente nel 1976 ma nel 2014 è stata rivoluzionata nelle attrezzature, cosa che ha comportato un notevole calo della difficoltà. Per questa attività, come saprai, devi avere un buon allenamento, ma la Marangoni rimane una delle ferrate più abbordabili.

La ferrata in mezzo al bosco: Gerardo Sega

Se hai già un po’ di esperienza, avventurati sulla ferrata Gerardo Sega nei pressi del Monte Baldo.

ferrata sega © Antonio Zucchi via flickr

© Antonio Zucchi via Flickr

È molto ben tenuta ed è suggestiva per i meravigliosi scorci paesaggistici che offre: immersa in un fitto bosco, ti porta nei pressi della cascata Preafessa e lungo anfratti di roccia e prati spettacolari.

La sfida della Biasin

L’ultima ferrata che ti proponiamo, da attaccare solo se sei esperto, è la Giancarlo Biasin, presso il passo Pertica.

ferrata biasin © bivez via flickr

© bivez via Flickr

Ti offre tanto divertimento e una scarica di adrenalina, ma devi fare attenzione ad alcuni passaggi molto delicati e privi di attrezzatura. La ferrata è inoltre molto esposta, talvolta del tutto verticale: una sfida entusiasmante!

A Rovereto con Italobus

Tutti gli splendidi luoghi che ti abbiamo elencato si raggiungono facilmente con il trasporto pubblico da Rovereto, che tra l’altro ti offre anche musei e tante attrazioni perfette per un weekend con i bimbi. Se poi sei un vero appassionato di montagna, sei anche abbastanza vicino per goderti i migliori percorsi di trekking vicino Trento!

Se ti stai chiedendo come arrivare in città, la risposta più veloce e comoda è con Italobus, che ti offre 4 collegamenti giornalieri con la stazione Alta Velocità di Verona Porta Nuova. Parti con noi in tutta comodità, e preparati ad affrontare la roccia in una cornice naturale incantevole!

L'articolo Vie ferrate e climbing in Trentino, il paradiso della roccia è in Vallagarina sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Vacanza in Cilento? Prova il tour letterario e quello gastronomico! http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/vacanza-in-cilento-tour-letterario-gastronomico/ Thu, 27 Jul 2017 08:06:01 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2002 Parti con noi per un’entusiasmante vacanza in Cilento: ti proponiamo due itinerari dedicati ai libri e al buon cibo. Sapevi che Hemingway è passato da qui?

L'articolo Vacanza in Cilento? Prova il tour letterario e quello gastronomico! sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Se conosci un po’ il Cilento, sicuramente saprai che in questa splendida zona puoi trovare mare e spiagge incantevoli e importanti ricchezze naturalistiche, storiche ed architettoniche. Una vacanza in Cilento può essere però anche molto di più, e vogliamo mostrartelo!

Abbiamo pensato a due itinerari originali, uno dedicato agli appassionati di letteratura e l’altro agli amanti della buona tavola. Scegli quello che fa per te (o entrambi 🙂 ) e parti con noi!

Il Cilento letterario

La terra cilentana è ricca di rimandi letterari. La sua naturale bellezza e la sua storia intensa hanno ospitato ed ispirato, nei secoli scorsi, alcuni dei più grandi scrittori e poeti. Da dove iniziamo? Dalla splendida Acciaroli, scelta nel secolo scorso da nientemeno che il grande Ernest Hemingway per le sue vacanze. Il grande narratore americano nei primi anni ’50 passò dal paese, se ne innamorò perdutamente e ci ritornò più volte. In molti dicono che proprio qui avrebbe tratto lo spunto per diversi suoi capolavori.

acciaroli hemingway copyright marianna via flickr

© Marianna via Flickr

Gli abitanti più anziani non hanno dubbi: oggi un’insegna definisce Acciaroli con orgoglio il “paese di Hemingway”, e in molti raccontano aneddoti su quello straniero che amava fare lunghe passeggiate al porto, non disdegnando quattro chiacchiere con i pescatori e un buon bicchiere di vino. Non è difficile scorgere nel personaggio di Santiago, protagonista de “Il vecchio e il mare”, i tratti inconfondibilmente fieri, aspri e genuini dei pescatori acciarolini.

Echi mitici a Palinuro

capo palinuro bart van maarseveen via flickr

© Bart Van Maarseveen via Flickr

La seconda tappa di questo particolare tour letterario tocca Palinuro, località che richiama alla mente il fascino dei miti greci. Palinuro era infatti, nell’Eneide, il nocchiero di Enea che, passando davanti alle coste italiane, fu tradito dal Dio Sonno e cadde in acqua perdendo la vita. Immancabile quindi una visita all’omonimo Capo e alle coste a tratti impervie e aspre che erano ben conosciute già agli argonauti, ai fenici e ai greci.

Agropoli: Yourcenar, Dumas, Ungaretti

Hai mai letto “Come l’acqua che scorre” di Marguerite Yourcenar? Non ti sarà sfuggito che uno dei tre racconti, “Anna, soror…”, è ambientato nel Cilento, con le conturbanti vicende di fratello e sorella che gravitano intorno al castello Aragonese di Agropoli.

castello agropoli paul barker hemings via flickr

© Paul Barker Hemings via Flickr

Città che ritorna anche nel romanzo di Dumas “La Sanfelice”, ispirato alla storia di Luisa Sanfelice durante la rivoluzione partenopea di fine ‘700; e in alcuni versi di Ungaretti: appassionata la descrizione della città e dei suoi abitanti in “Elea e la primavera”, primo capitolo di “Mezzogiorno”.

Un percorso alla scoperta dei vini del Cilento

Per restare in tema, “il vino è uno dei maggiori segni di civiltà del mondo” diceva Hemingway. Sicuramente, anche i calici che degustava ad Acciaroli contribuirono a farglielo pensare 🙂 In omaggio allo scrittore statunitense, partiamo quindi dal vino per il nostro itinerario dedicato al gusto in Cilento.

vacanza in cilento cantine vini tipici

© Azienda Agricola Casebianche

Tra le eccellenze del territorio, non puoi perderti un assaggio del Cenito di Luigi Maffini a Giungano, pioniere del vino nella zona, e un sorso di bianco Iscadoro o di rosso Cupersito dell’azienda Casebianche ad Agropoli.

vini tipici cilento azienda agricola maffini

© Azienda Agricola Luigi Maffini

Il Cilento e i suoi piatti tipici

Non vorrai bere a stomaco vuoto, vero? Per gustare il vero Cilento, inizia il tuo pasto con una bruschetta ai fichi bianchi o una semplice ma saporita acquasale: puoi gustare gli antipasti più genuini, prima di deliziosi piatti di mare, da “Il Ghiottone” a Policastro Bussentino.

Se sei amante del pesce, non perderti un risotto alla pescatora o una calamarata al ristorante Boccaccio, proprio sul porto di Acciaroli, dal quale proviene ogni giorno la freschissima materia prima.

Dulcis in fundo, puoi provare un buon gelato o un dessert da Crivella, a Sapri: troverai tante leccornie nate dai migliori prodotti del territorio, come fichi e mandorle.

Nel Cilento con Italobus

Ti senti ispirato dopo aver letto queste curiosità sul Cilento? O, più semplicemente, desideri provare le pietanze succulente che ti abbiamo appena descritto? Sappi che raggiungere questa meravigliosa zona è facile: Italo ti mette a disposizione 8 treni ad Alta Velocità da e per Salerno e, da qui, Italobus per raggiungere le principali località cilentane. Il tutto con un unico biglietto integrato, treno + bus. Cosa aspetti? Parti per il Cilento e regalati un viaggio che nutre anima e corpo!

L'articolo Vacanza in Cilento? Prova il tour letterario e quello gastronomico! sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Lombardia da scoprire: montagna, laghi e bollicine ti aspettano a Brescia http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/lombardia-da-scoprire-montagna-laghi-brescia/ Mon, 24 Jul 2017 08:22:50 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=2012 Lombardia da scoprire: lo sapevi che da Brescia puoi visitare facilmente montagne, laghi, tesori culturali e anche brindare con delle ottime bollicine?

L'articolo Lombardia da scoprire: montagna, laghi e bollicine ti aspettano a Brescia sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Al Nord ci sono regioni noiose e d’estate non c’è niente da fare? Ti ricrederai: la Lombardia, ad esempio, è una regione tutta da scoprire, e alcuni dei suoi luoghi più belli non solo hanno una lunga tradizione turistica estiva, ma sono anche facilmente raggiungibili da Brescia!

Se hai avuto modo di visitarla, ti sarai già reso conto di quanto questa città sia piena di sorprese, tra gioielli architettonici, affascinanti percorsi sotterranei ed eccellenze enogastronomiche. I suoi dintorni non sono assolutamente da meno!

Vogliamo suggerirti almeno 3 motivi per esplorare questa zona, sei pronto? Ti condurremo per un percorso entusiasmante che va dalle vette montuose alle placide acque dei laghi, passando per una pausa dedicata all’assaggio dei rinomati vini locali!

Da Brescia alla montagna: la Lombardia da scoprire in vetta

Cosa fare partendo da Brescia, quindi? Per prima cosa, non puoi perderti una gita in montagna! Le Prealpi bresciane, e le vette costellate da parchi e zone protette, ti offrono panorami mozzafiato, aria pura, natura incontaminata. Se vuoi progettare un’escursione, sappi che ce n’è davvero per tutti i gusti e per tutti i livelli.

lombardia da scoprire montagna brescia

© Parco Adamello – ph. Anna Sbonettini

Sei un principiante del trekking? Puoi salire in cima al monte Guglielmo, partendo dalla cittadina di Zone e passeggiando sul cosiddetto “sentiero degli Gnomi” (per via delle sculture di legno che si trovano sul percorso) attraverso boschi, prati e malghe.

Per un’escursione di livello intermedio ti consigliamo invece di arrivare a Bazena, a 1800 metri, e da qui avventurarti fino alla Cima Laione, a 2700 metri: impiegherai circa 3 ore e mezza, di cui gli ultimi 30 minuti su un sentiero un po’ ripido, ma la vista vale sicuramente lo sforzo!

lombardia da scoprire brescia adamello

© Parco Adamello – ph. Dario Bonzi

Se sei un escursionista davvero esperto e vuoi metterti alla prova, puoi infine “sfidare” l’Adamello, la montagna che dall’alto dei suoi 3500 metri svetta sul bresciano. Sono molti gli itinerari, anche di più giorni, che ti conducono alle sue cime passando per scorci davvero imperdibili e luoghi della prima Guerra Mondiale. Armati di tanto fiato, attrezzatura alpinistica e un pizzico di coraggio: only the brave! 🙂

La Lombardia da scoprire in riva al lago, anzi ai laghi

Alle pendici dei monti che circondano Brescia si apre uno scenario incantevole: non puoi perderti una visita ai laghi, in particolare a quelli di Garda e d’Iseo, dove potrai ammirare panorami che tutto il mondo ci invidia.

lombardia da scoprire lago di garda sirmione

© Consorzio Lago di Garda Lombardia – www.gardalombardia.com

Obbligatorio un passaggio dalla splendida Sirmione, con il suo castello e il vecchio borgo che dominano una stretta penisola sul lago, ma anche dal Vittoriale degli italiani, cittadella monumentale progettata da D’Annunzio a Gardone Riviera. Se hai tempo, passa anche dalla piccola e splendida Limone sul Garda!

lombardia da scoprire montisola lago d'iseo

© Provincia di Brescia Settore Cultura e Turismo – ph. AssoLaTo

Per quanto riguarda il lago d’Iseo, ti consigliamo di visitare i romantici borghi di Lovere e Pisogne, per poi raggiungere in barca Montisola, una montagna su un’isola che ti permetterà di fare un tuffo nel passato e conoscere la vita autentica dei pescatori.

E infine… Bollicine!

Impossibile parlare della Lombardia, e di Brescia in particolare, senza citare la Franciacorta, zona di coltivazione di vitigni d’eccellenza e quindi di produzione di inimitabili spumanti DOCG.

lombardia da scoprire franciacorta

© Archivio Strada del Vino Franciacorta – Provincia di Brescia – Settore Cultura e Turismo

Tra i meravigliosi vigneti, ci sono alcuni luoghi magici che ti sedurranno con le loro bollicine. Ti segnaliamo ad esempio l’azienda agricola Castel Faglia, che all’interno di un antico castello a Cazzago San Martino seleziona i grappoli migliori di uve Chardonnay, Pinot bianco e nero per dare vita ai propri vini.

Un altro indirizzo da non perdere è quello dell’azienda Bersi Serlini, a Provaglio d’Iseo, che ti offre visite guidate ai vigneti e alle cantine, e ospita il ristorante più piccolo della Franciacorta, dove potrai provare i piatti dello chef Andrea Mainardi.

A Brescia con Italo

Ti è venuta voglia di partire alla scoperta della Lombardia? Arrivarci è semplice, visto che con Italo hai a disposizione 4 treni ad Alta Velocità per Brescia al giorno da Roma, Bologna, Verona, Firenze e Napoli. A destinazione, poi, hai la possibilità di noleggiare un’auto con Hertz a prezzi scontati del 10% (e con molti altri vantaggi), per partire comodamente alla scoperta di questo meraviglioso territorio, dalle alte vette alle sponde dei laghi!

Per la foto di copertina: © Consorzio Lago di Garda Lombardia – www.gardalombardia.com

L'articolo Lombardia da scoprire: montagna, laghi e bollicine ti aspettano a Brescia sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Escursioni estive in montagna, trekking vicino Trento per esperti e neofiti http://blog.italotreno.it/idee-di-viaggio/escursioni-estive-montanga-trekking-vicino-trento/ Thu, 20 Jul 2017 08:21:10 +0000 http://blog.italotreno.it/?p=1989 Se ami la montagna, parti per Trento! Ti suggeriamo tre escursioni estive in zona per tutti i livelli, sullo sfondo delle incredibili Dolomiti.

L'articolo Escursioni estive in montagna, trekking vicino Trento per esperti e neofiti sembra essere il primo su Italoblog.

]]>
Estate uguale mare? Non per forza! In tanti scelgono di passare la bella stagione nelle Alpi e Prealpi, per approfittare di temperature più miti, aria pura e tante attività a contatto con la natura.

Se questo è il tuo caso, e hai la fortuna di trascorrere le tue vacanze nei dintorni di Trento, abbiamo pensato per te a 3 diverse escursioni estive in montagna, suddivise per grado di difficoltà, ognuna con attrattive uniche.

Cos’hanno in comune? Ovviamente gli scenari da favola delle Dolomiti e le bellezze di questa incantevole zona!

Prima di iniziare: come si misura la difficoltà di un’escursione?

Escursioni estive in montagna, trekking vicino Trento Paganella

© Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella – ph. StoryTravelers

Nel progettare i tuoi itinerari di trekking in montagna, avrai già avuto modo di confrontarti con la scala delle difficoltà escursionistiche utilizzata in Italia, che suddivide gli itinerari a seconda delle caratteristiche dei sentieri, della preparazione e dell’attrezzatura necessarie. Eccoli in ordine crescente di difficoltà:

  • Percorso turistico (T), il più semplice
  • Percorso escursionistico (E)
  • Escursionisti esperti (EE) ed esperti attrezzati (EEA)
  • Escursionisti in ambiente innevato (EAI), che devono dotarsi di racchette da neve (in estate è più raro, ma a seconda dell’altezza non si sa mai 🙂 )

Gli spunti che ti suggeriamo qui seguono lo stesso ordine: scegli quello che fa per te e mettiti in cammino!

Da Molveno alle Dolomiti del Brenta

Escursioni estive in montagna, trekking vicino Trento Dolomiti Paganella

© Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella – ph. StoryTravelers

Partiamo per l’escursione più semplice (livello T), ma non per questo meno entusiasmante. Da Molveno prendi la bidonvia panoramica (goditi la vista!) che ti porta all’altopiano di Pradel, 1350 metri.

Qui inòltrati sul sentiero SAT n. 340 in direzione del Rifugio Croz dell’Altissimo: passerai per un fitto bosco, per un tratto di strada lungo la roccia e poi per un tunnel scavato nella montagna.

In un’ora circa arriverai al rifugio dove potrai sostare a goderti il panorama sulle Dolomiti del Brenta, e magari anche una buona polenta con funghi! 🙂

Le cime del Bondone

escursioni estive in montagna monte bondone trento

©Archivio APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi – ph. R. Magrone

Il monte Bondone è la montagna di Trento. La seconda escursione, di livello intermedio, ti porta ad attraversare spettacolari prati fioriti per arrivare alle sue tre cime: la lunghezza del percorso è di 8 km, tempo di percorrenza circa 4 ore (i sentieri sono talvolta accidentati).

Si parte dal Rifugio Viote (1200 metri) e, seguendo l’indicazione “Sentiero naturalistico 3 Cime”, si passa dall’osservatorio astronomico “Terrazza delle Stelle”, dalla torbiera e dai boschi. Si raggiunge così prima la Cima Verde, poi (grazie ai sentieri 636 e 607) il Doss d’Abramo e il Cornetto.

escursioni estive in montagna vicino trento monte bondone

© Archivio APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi – ph. M. Simonini

Se scegli questa escursione, ricorda di portare la macchina fotografica per immortalare la bellezza della natura in fiore!

Sul Bondone attraverso la ferrata Giulio Segatta

Rimaniamo sul monte Bondone per l’ultima proposta di escursione, una variante della precedente che potrai affrontare solo se sei un escursionista esperto e dotato di attrezzatura, perché il livello è EEA.

escursioni estive vicino trento ferrata segatta

© Archivio APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi – ph. D. Mosna

Parti ancora dal Rifugio Viote e raggiungi il monte Cornetto con i sentieri già citati, da qui però dirigiti verso la sella che lo congiunge al Doss d’Abramo arrivando all’attacco della via ferrata Giulio Segatta.

È la parte più impegnativa ma anche più bella dell’itinerario: non dimenticare di fare qualche breve sosta per ammirare la splendida vista sul gruppo di Brenta e sulla Valle del Sarca!

Vorresti provare altre esperienze simili in zona? Allora non perderti la Vallagarina, paradiso delle vie ferrate e del climbing!

A Trento con Italobus

Per raggiungere Trento, puoi prendere un treno Alta Velocità per Verona e poi approfittare del collegamento Italobus, che ti porta direttamente in centro.  Ci sono 4 corse al giorno da Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Per esempio, Roma-Trento in 4 ore e 58 minuti, senza stancarti alla guida!

Fra un’escursione e l’altra, non perderti il MUSE – Museo della scienza, soprattutto se viaggi con i tuoi bambini! Quasi dimenticavamo: in Trentino puoi viaggiare leggero. Tutti i paesi di partenza degli itinerari sono raggiungibili comodamente con il trasporto pubblico locale, trovi qui tutte le informazioni su tratte e orari.

 

Per la foto di copertina: © Azienda per il Turismo Dolomiti Paganella – ph. StoryTravelers

L'articolo Escursioni estive in montagna, trekking vicino Trento per esperti e neofiti sembra essere il primo su Italoblog.

]]>