Siena dall'alto

Dal Duomo a Piazza del Campo e non solo. Italo ti accompagna alla scoperta di Siena, una delle città più belle della Toscana.


Parti alla scoperta di Siena una delle città più affascinanti della Toscana, un luogo ricco di arte, di storia e di forti tradizioni legate principalmente alle contrade ed al celebre Palio di Siena. Fai un viaggio nel tempo nello splendido paesaggio cittadino caratterizzato dal famoso colore rossiccio dei palazzi, il Terra di Siena, conosciuto in tutto il mondo. Apprezza il fascino e l’atmosfera di una città rimasta intatta come nel medioevo in cui si percepisce ancora un forte legame tra i suoi cittadini e il senso di appartenenze alle contrade.

Dalla splendida Piazza del Campo con il Palazzo Pubblico alla Torre del Mangia fino al bianco e nero del Duomo, attraversa le strette vie della città e immergiti nella natura tra i sentieri delle colline tutt’attorno. Osserva gli uliveti, i vigneti e gusta le prelibatezze culinarie senesi insieme all’ottimo vino. 

 

Cosa vedere a Siena

Ecco le 10 cose più importanti da fare e vedere a Siena

  1. Piazza del Campo  
  2. Palazzo Pubblico e Torre del Mangia
  3. Duomo di Siena
  4. Libreria Piccolomini
  5. Battistero di Siena
  6. Museo dell’Opera del Duomo di Siena 
  7. Basilica di San Domenico 
  8. Palio di Siena
  9. Rocca Salimbeni 
  10. Cosa mangiare a Siena

 

  1. Piazza del Campo

Piazza del Campo

Inizia la visita della città di Siena partendo dal centro turistico, storico e culturale della città: Piazza del Campo, una delle più belle piazze del mondo. La piazza è a forma di conchiglia a 9 spicchi e ha una leggera pendenza che rende ancora più imponenti gli edifici che la circondano tra cui il Palazzo Comunale, la Torre del Mangia, il Palazzo Chigi-Condari e la Loggia della Mercanzia. 

Nella piazza potrai ammirare oltre alle imponenti facciate dei palazzi nobiliari, una splendida fonte d’acqua, Fonte Gaia, copia dell’orinale scolpita da Jacopo della Quercia agli inizi del 1400. Trovi anche tanti ristoranti e negozi di souvenir per un ricordino del tuo viaggio. Non perderti un rito turistico da fare al centro della piazza: sederti a terra e ammirare il cielo che si apre sopra di te.

 

  1. Palazzo Pubblico e Torre del Mangia 

Palazzo Pubblico e Torre del Mangia

In Piazza del Campo ammira il maestoso Palazzo Pubblico, uno dei più bei palazzi civili d’Italia. Il palazzo ospita l’ufficio del Sindaco e alcuni uffici comunali. È stato costruito tra il 1288 e il 1342 dal Governo dei Nove che impose a tutti i cittadini di adeguarsi ai canoni stilistici del palazzo. Al suo interno puoi visitare il Museo Civico con gli affreschi di Ambrogio Lorenzetti che rappresentano l’Allegoria del Buono e Cattivo Governo e La Maestà e il Guidoriccio da Fogliano di Simone Martini. Rimarrai colpito da questo splendido palazzo del Trecento che conserva capolavori dell’epoca, testimonianza del periodo d’oro della Siena medievale.

Per un panorama davvero unico, sali i quattrocento scalini e arriva sulla sommità della Torre del Mangia e ammira lo splendido panorama di Siena a 88 metri d’altezza. È uno spettacolo davvero mozzafiato e vedrai tutta la città dall’alto, da Piazza del Campo al Duomo fino alle colline senesi.

Il Palazzo Pubblico è aperto alle visite da novembre al 15 Marzo dalle 10 alle 18 e dal 16 marzo ad ottobre dalle 10 alle 19. Il costo del biglietto intero è di €9, ridotto di €8.

Il Museo Civico di Siena è aperto da novembre al 15 marzo dalle 10 alle 18 e dal 16 marzo ad ottobre dalle 10 alle 19. Il costo del biglietto è di €10 senza prenotazione, di €11 con prenotazione.

La Torre del Mangia è aperta dal 16 novembre al 28 febbraio dalle 10 alle 16 e dal 1 marzo al 15 novembre dalle 10 alle 16. Il costo del biglietto intero è di €10. 

 

  1. Duomo di Siena 

Duomo di Siena

Prosegui la tua visita della città e dopo Piazza del Campo e i suoi sontuosi palazzi, arriva al Duomo di Siena, ovvero la Cattedrale dell’Assunta, un capolavoro del romano-gotico italiano. Ammira la splendida facciata esterna caratterizzata da strisce in marmo bianco e nero a cui si alternano elementi in marmo rosso.

Interno Duomo di Siena

Al suo interno continua il tuo tour ammirando la cupola, le splendide volte, gli archi della navata centrale, la cappella barocca della Madonna del Voto di Gian Lorenzo Bernini, il pergamo di Nicola Pisano e il pavimento intarsiato, un racconto in marmo che rappresenta 56 scene del Vecchio Testamento, allegorie e virtù.

 

  1. Libreria Piccolomini 

Libreria Piccolomini

All’interno della cattedrale, nella navata sinistra, ammira la Libreria Piccolomini, affrescata da Pinturicchio e la Cappella Piccolomini, dove Michelangelo ha lavorato dal 1501 al 1504 per scolpire le 4 statue delle nicchie inferiori. Da non perdere anche il Pulpito, realizzato da Nicola Pisano, con scene bibliche e della vita di Gesù.

 

  1.  Museo dell’Opera del Duomo di Siena 

Museo dell'Opera del Duomo di Siena

Appena finita la visita della Cattedrale, accedi al Museo dell’Opera del Duomo e ammira la Maestà e le vetrate di Duccio di Buoninsegna, il celebre Tondo di Donatello con la Madonna col Bambino, le 10 sculture dei santi di Giovanni Pisano e la Madonna in trono col Bambino e il cardinal Casini di Jacopo della Quercia.

 

  1. Battistero di San Giovanni

Battistero di San Giovanni a Siena

Da Piazza del Duomo, alla spalle della Cattedrale, arriva al Battistero di San Giovanni che dal 1325 contende alla cattedrale il ruolo di luogo religioso più importante della città. Devi sapere che per molti secoli sono stati battezzati in questo luogo tutti i senesi, illustri e non. Al suo interno ammira sulle tre navate, gli affreschi di Benvenuto di Giovanni, I Miracoli di Sant’Antonio da Padova del 1460, quelli di Pietro degli Orioli, La Lavanda dei Piedi e quelli di Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta, Articoli del Credo del 1447/1450. 

Al centro del Battistero c’è l’opera più importante da vedere che è il Fonte Battesimale in bronzo e marmo di Jacopo della Quercia, Giovanni di Turino, Lorenzo Ghiberti e Donatello, che ha realizzato anche gli angeli in bronzo che decorano il ciborio.

Per tutte le info sugli orari di apertura e costi per la visita al Duomo di Siena, Libreria Piccolomini, Battistero di Siena, Museo dell’Opera del Duomo di Siena vai sul sito operaduomo.siena.it.

 

  1. Basilica di San Domenico 

Basilica di San Domenico a Siena

Fuori le mura trecentesche visita la Basilica Cateriniana di San Domenico, una delle più importanti chiese gotiche di Siena, legata alla figura di Santa Caterina da Siena. Al suo interno puoi ammirare la Maestà di Guido da Siena e il ciclo di affreschi del Sodoma, discepolo del grande Leonardo da Vinci. Nella Cappella di Santa Caterina trovi anche il reliquiario con la testa della Santa. Una chiesa, insomma, piena di opere d’arte di inestimabile valore. Una volta finita la visita, all’esterno della Basilica puoi godere di un panorama mozzafiato sul Duomo e sulla Torre del Mangia.

 

  1. Palio di Siena 

Palio di Siena

Se il tuo viaggio a Siena è a ridosso di uno dei due palii, il 2 luglio e il 16 agosto, assistere all’evento ti lascerà a bocca aperta perchè è una secolare celebrazione alla quale partecipa spontaneamente tutto il popolo senese. Dalla folla che si riversa tutta in Piazza del Campo alla spettacolarità dell’evento, dalle sfilate agli sbandieratori fino alla corsa dei cavalli, è un’esperienza unica al mondo.

Il Palio di Siena, quindi, è una competizione fra le Contrade di Siena nella forma di una giostra equestre di origine medievale. La corsa, chiamata tradizionalmente la carriera, si svolge due volte l’anno: il 2 luglio si corre il Palio in onore della Madonna di Provenzano festa della Visitazione nel calendario antico, e il 16 agosto quello in onore della Madonna Assunta.

 

  1. Rocca Salimbeni 

Rocca Salimbeni

Ultima tappa, ma non meno importante, da fare a Siena è la visita al Palazzo o Rocca Salimbeni, la sede centrale del Monte dei Paschi di Siena

Il palazzo è aperto gratuitamente la mattina del 2 luglio nel giorno del Palio di Provenzano e il 15 agosto, giorno precedente al Palio dell’Assunta. Dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 14:30 è possibile visitare il Cortile della Dogana e il piano terra della Rocca Salimbeni, dove c’è l’Archivio storico della banca e tante opere d’arte.

 

  1. Cosa mangiare a Siena 

Cosa Mangiare a Siena

Siena è una città ricca di specialità enogastronomiche che non puoi assolutamente perderti! Inizia dai pici, la famosa pasta lavorata a mano fino agli gnudi, degli gnocchi giganti composti da ricotta, spinaci, parmigiano e altre spezie. Per la carne degusta la tagliata di manzo, preparata con carne di alta qualità, pepe nero, sale grosso e olio extra vergine d’oliva. Grazie alle colline intorno alla città, si produce un olio buonissimo e i grandi vini di Siena e della provincia come il Chianti, il Brunello di Montalcino, il Montepulciano e la Vernaccia di San Gimignano. Imperdibili sono i tipici dolci senesi: il panforte e i ricciarelli.

Con Italo a Siena 

Parti alla scoperta di Siena e vivi un’esperienza di viaggio unica grazie alle nuove combinazioni di Italo con i bus di Itabus e i treni regionali di Trenitalia. Scopri itinerari e collegamenti e acquista subito il tuo biglietto su Italotreno.