Città rinascimentali _ Modena credits Aldo Carettoni

Arte, architettura e tentazioni golose: una combinazione irresistibile per chi visita le città rinascimentali più belle d’Italia. Eccone 4 da riscoprire!


Se Firenze è indubbiamente la capitale del Rinascimento, altre città del nord Italia non sono da meno. In particolare, Mantova, Cremona, Modena e Parma hanno conservato non solo delle vere e proprie perle architettoniche e artistiche, ma mantenuto una peculiare continuità tra il tardo Medioevo e il Rinascimento, dando vita a risultati davvero unici che meritano una visita.

Che ne dici di programmare un weekend all’insegna della bellezza in queste splendide città rinascimentali, da vivere anche a piedi o in bicicletta? Ecco qualche suggerimento utile per riscoprire questi 4 gioielli del Rinascimento italiano.

Città rinascimentali Cremona Palazzo Trecchi

© Simone Ramella via Flickr

Mantova: architettura rinascimentale in grande stile

La Mantova rinascimentale custodisce tesori sorprendenti: almeno una volta nella vita è obbligatorio visitare Palazzo Te e Palazzo Ducale, simboli della città e della grandezza raggiunta sotto la dinastia dei Gonzaga.

La magnificenza delle architetture gareggia con quella degli affreschi, autentiche pietre miliari dell’arte italiana come la Camera degli Sposi del Mantegna a Palazzo Ducale. La bellezza di questi complessi cinquecenteschi ti travolgerà!

Progettare il viaggio è semplicissimo, grazie all’intermodalità Italo con collegamenti in treno più autobus: che ne dici, ad esempio, di approfittare dei treni Roma-Mantova? Per attraversare mezza Italia bastano meno di cinque ore: il viaggio nel tempo è servito!

Città rinascimentali - Mantova credits Bernard Blanc

© Bernard Blanc via Flickr

I tesori di arte rinascimentale di Cremona

Nell’immaginario comune, Cremona è sinonimo di musica e di dolciumi: una tappa al Museo del Violino e un assaggio di torrone sono veri e propri must per chi visita Cremona in un giorno. Non tutti sanno, però, che la città di Monteverdi vanta anche tanti gioielli di epoca rinascimentale.

Completamente affrescata, la chiesa di San Sigismondo è, ad esempio, considerata tra i maggiori esempi decorativi del manierismo cinquecentesco nel nord Italia. Da non perdere, poi, la Cattedrale, con il suo ciclo pittorico che collega idealmente lo stile di Raffaello e Perugino a quello di Michelangelo.

Raggiungere Cremona è molto agevole, grazia all’Alta Velocità Italo: dalla stazione di Reggio Emilia, infatti, potrai tranquillamente proseguire su strada con Italobus.

Città rinascimentali - Cremona San Sigismondo credits ho visto nina volare

© hovistoninavolare via Flickr

Cosa visitare a Modena: molto più di una città godereccia

Il binomio musica e buon cibo regna anche a Modena, protagonista di itinerari alternativi sulle note del Bel canto e della Ferrari (alzi la mano chi sa resistere al rombo di una supercar!).

Le gioie dell’orecchio e del palato non esauriscono il fascino della città: il Rinascimento a Modena, fiorito sotto la Signoria Estense, vanta opere di grande bellezza, come i dipinti del Palazzo Comunale e la torre dell’Orologio in piazza delle Erbe.  Tra le più importanti d’Italia, la Galleria Estense è un altro grande vanto di Modena: da vedere, in particolare, i dipinti di Tintoretto, Bernini e Correggio.

Anche in questo caso, l’intermodalità è la soluzione di viaggio più semplice, grazie alla possibilità di acquistare un unico biglietto per raggiungere Reggio Emilia con i treni dell’Alta Velocità, coprendo l’ultima tratta con Italobus. Sai, ad esempio, quanto tempo impiegano i treni Roma-Modena? Solo 3 ore e 30 minuti! Se la cosa ti stupisce, ti basti pensare che il viaggio in treno da Bergamo a Roma dura solo un’ora in più 😊

Città rinascimentali - Modena credits Alan_W100

© Alan_W100 via Flickr

Il rinascimento italiano a Parma: tour di un giorno tra arte e peccati di gola

Il già citato Correggio è tra i maggiori protagonisti del Rinascimento a Parma, più in particolare della Camera della Badessa, parte dell’ex monastero di San Paolo, con i suoi dipinti ricchi di riferimenti filosofici e mitologici.

Meta obbligata di un tour di un giorno a Parma in quattro tappe, la Camera di San Paolo rivaleggia per fascino con la Basilica di Santa Maria della Steccata, dove potrai ammirare l’ultima opera del Parmigianino, “Le vergini sagge e le vergini stolte”.

Il viaggio tra le opere rinascimentali di Parma prosegue all’interno della Galleria Nazionale e, per i più golosi, culmina con una visita alle migliori salumerie della città. Se ami la cultura a 360° – gastronomia inclusa – puoi approfittare anche in questo caso della combinazione Alta Velocità più Italobus: da Roma a Parma, ad esempio, si viaggia in sole 3 ore e 30 minuti!

Città rinascimentali - Parma Battistero credits K B

© K B via Flickr

Cosa stai aspettando? Arte e architetture rinascimentali ti aspettano a Mantova, Cremona, Parma e Modena per un weekend dedicato alle bellezze italiane.

 

Per la foto di copertina: © Aldo Carettoni via Flickr