Villa Gregoriana di Tivoli

Alla scoperta delle meraviglie nascoste nella Provincia di Roma, fra paesini incantati, enogastronomia e perle storico-archeologiche.


Roma è la città più visitata d’Italia e attira ogni anno circa dieci milioni di turisti. La Città Eterna è interessata da un numero importante di visitatori proveniente dai paesi esteri, tuttavia è anche meta di un importante flusso turistico interno ed è, inoltre, animata da coloro che viaggiano verso la Capitale per lavoro.
Le bellezze di Roma sono così numerose che non basterebbe una vita per esplorarla a dovere, tuttavia al di fuori delle sue mura si nascondo dei luoghi altrettanto suggestivi, i quali spesso -purtroppo- rimangono adombrati dalla fama dell’Urbe.
Italo vi porta alla scoperta di tre mete perfette da visitare in un giorno nel corso di un soggiorno a Roma, ideali per scoprire degli scorci unici e rari, che pochi turisti possono vantare di aver visto.

Tivoli

Situata a 30 km da Roma, Tivoli è una cittadina che sorge nella Valle dell’Aniene, ideale per trascorrere una giornata (o un week end) all’insegna dell’archeologia, della bellezza e del relax.
Tivoli è rinomata soprattutto per le meravigliose ville che sorgono nel suo perimetro. Villa Adriana è una vera e propria città nella città, edificata per volere di Adriano nel II secolo d.C. L’imperatore desiderava ritagliarsi un angolo di paradiso lontano dal Senato e dagli intrighi di potere e realizzò il suo sogno incapsulando in 120 ettari giardini, palazzi, teatri, terme e palestre. Dichiarata patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, si tratta di una meta immancabile per tutti gli appassionati di storia romana. La seconda villa celebre Tivoli è Villa d’Este, fu realizzata dall’architetto Pirro Ligorio nel Cinquecento per volere del Cardinale Ippolito d’Este, figlio di Lucrezia Borgia. Villa d’Este rappresenta il trionfo del giardino all’italiana, in cui le acque dall’Aniene sono convogliate in centinaia di fontane scenografiche, fra le quali spicca La Fontana dell’Organo, in grado di produrre delle melodie modulando la pressione dell’acqua all’interno delle sue canne. Infine, troviamo Villa Gregoriana, realizzata da papa Gregorio XVI nel corso della prima metà dell’Ottocento. A differenza delle altre due ville, questo giardino ha un carattere più selvatico e meno addomesticato dalla mano dell’uomo. Fra antiche rovine romane, ruscelli e grotte, si percorre il percorso nel cuore di questo folto bosco fino a raggiungere le cascate di Tivoli.
Dopo una giornata trascorsa a viaggiare nel tempo, inoltre, si ha la possibilità di rilassarsi e godere dei trattamenti benessere presso le celebri Terme di Tivoli.

Villa d'Este a Tivoli

Nemi

I Castelli Romani sono l’insieme di quattordici comuni storici che sorgono sui Colli Albani, distanti pochi chilometri da Roma: ricchi di storia e natura, rappresentano un’ottima fuga dalla dimensione cittadina. Qui sorge l’incantevole paesino di Nemi, dove si potranno gustare le tipiche fragoline di bosco con panna, godendosi un affaccio mozzafiato sul lago omonimo e passeggiando fra i vicoli carichi di fiori. Sul fondale del lago vulcanico di Nemi, anticamente noto come Speculum Dianae -lo Specchio di Diana– giacevano, fino al 1932, i resti delle navi-palazzo dell’Imperatore Caligola. Benito Mussolini ne commissionò la mastodontica operazione di recupero, che per essere portata a termine richiese il prosciugamento quasi totale del lago (in seguito nuovamente riempito) mediante delle potenti pompe idrovore. Sventuratamente, i due scafi andarono distrutti a causa di un incendio nel 1944. Sulle sponde del lago di Nemi sorgono ancora i resti dell’antico Tempio di Diana Nemorense.
Assolutamente consigliata una visita al Museo delle Navi Romane per capire al meglio il contesto magico in cui ci si trova e -per i più coraggiosi- si segnala la possibilità di percorrere per intero, accompagnati da guide esperte, l’Emissario di Nemi, un tunnel monumentale del IV secolo a.C. lungo ben 1.600 metri, scavato interamente a mano nella roccia.

Porchetta e romanella gustate nelle fraschette delle vicine Ariccia e Frascati forniranno un ottimo modo per chiudere la gita fuori porta.

Lago di Nemi

Sacro Bosco di Bomarzo

Noto più comunemente come Parco dei Mostri, questo luogo incantato promette di sorprendere grandi e piccini. Situato nella provincia di Viterbo, è in realtà raggiungibile in appena un’ora da Roma.
Progettato nel 1552 dal principe Vicino Orsini e da Pirro Ligorio, lo stesso architetto che si occupò di Villa d’Este, rappresenta un vero e proprio stravolgimento del giardino all’italiana di stampo cinquecentesco.
Non a caso si viene accolti all’ingresso da una sfinge che reca la seguente iscrizione sul basamento: “Voi che entrate qui, considerate ciò che vedete e poi ditemi se tante meraviglie sono fatte per l’inganno o per l’arte”.
La prospettiva viene disgregata in un gioco di ombre, luci e ambiguità: niente è quello che sembra. Camminando fra le mostruose statue, realizzate scolpendo grandi blocchi di peperino, si viene rimbalzati in un rimando continuo a simboli esoterici e mitologia. Si incontrano orchi, giganti in lotta, animali leggendari e case pendenti che combattono la gravità. Il tutto sprofondato all’interno di un giardino curatissimo e dalle atmosfere fiabesche.
Dopo la morte del principe Orsini il Sacro Bosco cadde in stato d’abbandono, fino a essere dimenticato dalla collettività e nascosto dall’accumulo di detriti e dall’azione degli agenti atmosferici: bisognerà attendere 400 anni affinché sia recuperato e restaurato, per mano della famiglia Bettini. Nel 1938 il pittore surrealista Salvador Dalì visitò il Parco dei Mostri e qui trasse l’ispirazione per una delle sue opere più celebri, Le Tentazioni di Sant’Antonio.

Parco dei Mostri di Bomarzo

Alla scoperta del Lazio con ItaloTreno

Noi abbiamo scelto di raccontarvi tre posti da visitare vicino Roma, ma l’elenco di luoghi speciali presenti nel Lazio è veramente molto lungo. Italo ti porta nel cuore della Penisola con partenze da Bologna, Firenze, Napoli, Bolzano, Desenzano, Trento, Peschiera del Garda, Salerno e Venezia.Offriamo anche 32 collegamenti giornalieri no stop che ti consentono di raggiungere Roma da Milano in meno di tre ore. Scopri tutti dettagli delle nostre tratte ferroviarie per Roma e sali a bordo della tua prossima avventura.