Napoli segreta luoghi da visitare - Palazzo dello Spagnolo credits Federico Scotto d'Antuono via Flickr

Dal Cimitero delle Fontanelle alla Farmacia degli Incurabili: scopri i luoghi da visitare a Napoli, addentrati nella parte più insolita e segreta della città.


Vuoi visitare Napoli come non l’hai mai vista? Lo sappiamo bene, la città del Vesuvio presenta infinite attrattive dal punto di vista storico, artistico, architettonico… e anche culinario, grazie alla pizza e alle altre succulente specialità!

Ma se per una volta volessi organizzare un tour della città all’insegna delle curiosità e dei suoi luoghi sconosciuti? Lasciamo per un attimo da parte le vie e i monumenti più celebri e addentriamoci in una città insolita e segreta: ecco i luoghi da visitare a Napoli per scoprire una sua parte inedita che, siamo sicuri, ti affascinerà!

Ponte di Sant Ambrogio da Milano a Napoli credits Pierluigi Peperoni via Flickr

© Pierluigi Peperoni via Flickr

Il Cimitero delle Fontanelle: la Napoli insolita e segreta

Nel cuore del rione Sanità, scavato in un’enorme grotta di tufo, c’è un luogo molto particolare: il Campusanto d’e Funtanelle, o Cimitero delle Fontanelle, una gigantesca fossa comune con centinaia e centinaia di teschi (detti “cappuzzelle”) in bella mostra. Si tratta dei resti di tutte le persone che furono uccise dall’epidemia di peste del 1656, poi dalle seguenti carestie e dal colera: troppi per essere sepolti singolarmente.

Oggi, secondo il rito delle “anime pezzentelle”, è possibile “adottare” un cranio, lucidandolo e onorandolo, e l’anima del defunto concederà in cambio una grazia. Si dice che alcune cappuzzelle abbiano poi poteri specifici: ‘A Capa d’o Capitano farebbe trovare marito alle ragazze nubili, mentre ‘A capa ‘e Pascale suggerirebbe addirittura i numeri vincenti del Lotto!

Napoli segreta luoghi da visitare - Cimitero Fontanelle credits Shamballah via Flickr

© Shamballah via Flickr

Curiosità a Napoli: la porta di San Gennaro

La seconda tappa del nostro tour alla scoperta delle curiosità di Napoli ci porta davanti alla Porta di San Gennaro, la porta più antica della città. Situata di fronte a piazza Cavour, è menzionata già in alcuni documenti dell’anno 928, ed era l’unico punto di accesso al cuore della città per chi veniva da nord.

Delle sette porte antiche di Napoli, è l’unica che ha conservato il proprio affresco: questo raffigura appunto San Gennaro e fu donato dal pittore Mattia Preti come ex voto dopo la peste del XVII secolo. Varcandola, ti accorgerai che da qui in poi lo scenario cambia notevolmente, in quanto ci si addentra nella parte greca di Napoli.

La Galleria Borbonica tra i luoghi da visitare a Napoli

Ormai lo sai, è sotto il suolo che Napoli cela alcune dei suoi tesori più sorprendenti: l’abbiamo già visto accompagnandoti nel tour sotterraneo della città e presentandoti la metropolitana partenopea, con le sue bellissime stazioni dell’arte. Oggi invece ti facciamo scoprire la Galleria Borbonica, un affascinante tunnel sotterraneo.

Nel progetto commissionato da Ferdinando II a Enrico Alvino, essa doveva collegare Largo di Palazzo (l’attuale Piazza del Plebiscito) con piazza della Vittoria, per consentire in caso di emergenza al sovrano di raggiungere il mare in pochissimo tempo. Oggi puoi percorrere la Galleria Borbonica con diversi itinerari e ammirare ponti, muri e passerelle, incontrando sulla strada le grandissime Cave di tufo Carafa, cisterne di età romana.

Ma non solo: durante la Seconda Guerra Mondiale il tunnel servì come nascondiglio (e ospita ancora numerosi oggetti di uso quotidiano del tempo) poi fino agli anni ’70 fu utilizzato come deposito giudiziale: per questo, puoi ammirare statue, moto e addirittura auto d’epoca.

Napoli segreta luoghi da visitare - Galleria Borbonica credits Mattia Sarno via Flickr

© Mattia Sarno via Flickr

Napoli e il Palazzo dello Spagnolo

Nel Settecento, quando il re Carlo di Borbone raggiungeva da Napoli la Reggia di Capodimonte, doveva percorrere via Vergini alla Sanità, un percorso talmente ripido che i cavalli che trainavano la sua carrozza dovevano essere sostituiti da buoi. Il “rito” avveniva all’interno di un edificio progettato dall’architetto Ferdinando Sanfelice: il Palazzo dello Spagnolo, appunto, che oggi è un pregevole esempio di architettura in stile barocco napoletano.

Nel tuo itinerario della Napoli insolita e segreta, osserva in particolare le sue scale dalla forma stravagante: i progetti di Sanfelice erano famosi per la loro originalità, tanto che il popolo temeva che potessero crollare da un momento all’altro e aveva soprannominato l’architetto “Sanfelì, lievet’ ‘a sotto” (“Sanfelice, togliti da sotto”).

Napoli segreta luoghi da visitare - Palazzo dello Spagnolo credits Andrea Pucci via Flickr

© Andrea Pucci via Flickr

Tra i luoghi meno conosciuti: la Farmacia degli incurabili

L’ultimo dei luoghi da visitare a Napoli è la Farmacia degli Incurabili, annessa all’ospedale rinascimentale noto come Santa Casa degli Incurabili situato nella parte alta del Decumano superiore. Si tratta di un vero gioiello che racconta della storia artistica cittadina (con i suoi elementi barocco-rococò) e nello stesso tempo della storia della medicina e della farmacologia.

All’interno della Farmacia degli incurabili puoi osservare preziosi vasi e urne che contenevano le spezie e i medicamenti antichi, compresa la leggendaria teriaca, una mistura contenente tra l’altro oppio, carne e pelle di vipera che era considerata la panacea di tutti i mali. Curiosità: la Farmacia fu anche uno dei siti simbolo della Massoneria napoletana.

A Napoli con Italo

Questa Napoli alternativa ti ha stupito, vero? Bene, allora non aspettare: prendi uno dei tanti treni per Napoli che Italo ti offre da ogni parte d’Italia e parti per questo itinerario alla scoperta dei luoghi più sconosciuti e interessanti in città!

 

Per la foto di copertina: © Federico Scotto d’Antuono via Flickr