Siti archeologici italiani - Roma credits For.me.it's.you via Flickr

Il passato affascina: prendi il treno e seguici in un tour di Roma, Pompei e Brescia alla scoperta di 3 siti archeologici italiani importanti e suggestivi.


C’è un’Italia antica, affascinante e ricchissima, che attende solo di essere conosciuta: è l’Italia dei siti archeologici, luoghi che raccontano la storia gloriosa dei popoli ma anche la vita quotidiana delle persone comuni nei secoli passati. Anche in questo ambito, l’Italia è una delle nazioni più importanti al mondo, con una varietà che non ha eguali.

A spasso tra i siti archeologici italiani

In un mondo che è ormai abituato a contemplare le meraviglie della modernità stando con il naso all’insù, ogni tanto si sente il desiderio di guardare invece alle origini, e di ripassare le lezioni che il passato ci ha lasciato in eredità.

Nel Belpaese, da Verona a Paestum, da Agrigento all’eterna Roma, ci sono luoghi pronti ad affascinare chiunque, dall’appassionato di storia o architettura al semplice curioso, dal bambino all’adulto. Sapevi che tre dei siti archeologici italiani più importanti sono raggiungibili comodamente in treno (e in bus)? Ecco quali tesori custodiscono e come è possibile visitarli.

Roma: il sito archeologico italiano per eccellenza

Impossibile non partire da Roma e dalla sua storia millenaria, da ripercorrere nelle tante tracce lasciate sul territorio. Per visitare tutto ciò che c’è da vedere nella città eterna non basterebbe un mese!

Se però puoi concederti solo qualche giorno alla scoperta dei siti archeologici più belli, ti consigliamo di non perdere, oltre agli immancabili Fori Imperiali e Colosseo, anche alcune chicche meno conosciute, come il Parco dell’Appia Antica, la Domus Aurea e Ostia Antica, con i suoi porti e le case decorate. Pronto a fare un tuffo nel passato? Con Italo hai a tua disposizione moltissimi treni giornalieri da e per Roma!

Pompei: qui dove il tempo si è fermato

Quando si parla di siti archeologici italiani, Pompei è probabilmente la prima località che ti viene in mente. La città sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., e rimasta per questo praticamente intatta, incanta ogni anno migliaia di visitatori per la grandissima varietà di edifici, oggetti, pitture e mosaici perfettamente conservati. Una passeggiata qui ti permette di esplorare e ammirare usi e costumi della vita romana dell’epoca. Dal 1997 l’area degli scavi di Pompei è considerata Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Sarai felice di sapere che, per arrivarci, puoi approfittare della combinazione treno + autobus di Italobus, per viaggiare comodo e senza stress: ti basta prendere l’Alta Velocità di Italo per Napoli e poi approfittare di uno delle corse giornaliere dirette a Pompei.

Cosa vedere a Pompei i 5 scavi archeologici da non perdere - Triclinio Villa dei Misteri

@ Per cortese concessione del Parco Archeologico di Pompei – Ph: Pier Paolo Metelli

Brescia: il sito archeologico che non ti aspetti

La terza destinazione che ti proponiamo è forse meno famosa delle altre, ma non per questo meno interessante. Forse non sai che Brescia custodisce uno dei tesori archeologici più importanti dello Stivale, un piccolo pezzo di Roma nel cuore della Lombardia: si tratta del sito archeologico dell’antica Brixia, un tempo città strategica della via Gallica.

Cosa c'è da vedere a Brescia Foro Romano

Dal Capitolium, tempio dedicato alla triade Giove, Giunone e Minerva al Teatro, dal Santuario repubblicano al Museo di Santa Giulia, l’area presenta una grandissima ricchezza di resti e reperti. Il tutto reso ancor più suggestivo dall’utilizzo delle nuove tecnologie e della realtà aumentata, che ti permettono di immergerti nell’atmosfera del tempo e di toccare da vicino la seduzione di questo luogo unico.

Cosa aspetti, allora? Prendi un treno per Brescia e preparati a rimanere a bocca aperta: il passato è pronto a stupirti ancora una volta!

 

Per la foto di copertina: © For.me.it’s.you via Flickr