Visitare l'Emilia Romagna - Bologna credits Matteo Fagiolino via Flickr

Meravigliose opere d’arte e inimitabili delizie gastronomiche: ci sono tanti motivi per visitare l’Emilia Romagna, ecco città e attrazioni da non perdere.


Dici Emilia Romagna e subito la mente richiama immagini di splendide piazze, vie ed opere d’arte, mentre scatta in automatico anche l’acquolina in bocca per le delizie gastronomiche locali. Questa splendida regione ha davvero tantissimo da offrire ai turisti, ed è una delle destinazioni più amate da italiani e stranieri in primis proprio per la sua incredibile ricchezza artistica e culinaria.

Tra un assaggio di gnocco fritto e una passeggiata all’ombra della Torre degli Asinelli, c’è sempre un buon motivo per visitare l’Emilia Romagna: se sei in cerca di idee per la tua prossima gita, di seguito ti indichiamo le città più belle e le attrazioni da non perdere!

dove mangiare tortellini a bologna

Bologna: cosa vedere nel capoluogo dell’Emilia Romagna

Bologna è chiamata “la Grassa”, e il soprannome dice già tutto: preparati a scorpacciate di tortellini nelle trattorie locali e all’assaggio di tante altre succulente specialità, intervallate da visite alle bellezze principali della città e magari da un originale giro per i suoi sotterranei, se cerchi un itinerario lontano dal turismo più classico (sapevi che fino al Rinascimento il centro era attraversato da un labirinto di canali? ).

Restando in tema di cibo, a Bologna trovi anche Fico, il parco agroalimentare più grande del mondo dove scoprire tante curiosità sui prodotti del made in Italy attraverso mostre, convegni ed eventi. Ci arrivi facilmente in treno, approfittando dei tanti collegamenti in treno che ogni giorno Italo mette a tua disposizione, da tutta Italia.

fico bologna eataly come arrivare

© Francesca Cervellati via Flickr

Modena: perfetta da vedere in un giorno

In alternativa, puoi organizzare un piacevole week end a Modena: anche qui trovi tante bellezze da vedere, tante cose da fare e ovviamente tante prelibatezze da mangiare! Tra una passeggiata in Piazza Grande, una visita alla Galleria Estense e un assaggio di gnocco fritto con salumi, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Anche i dintorni di Modena offrono chicche interessanti: non perdere il Museo Ferrari di Maranello e la casa di Luciano Pavarotti, in Stradello Nava, che ospita oggi un’esposizione oggetti personali, abiti di scena, fotografie e video dell’indimenticabile tenore. Come arrivare in città? Approfitta della combinazione treno + autobus offerta da Italobus, e goditi un viaggio comodo e senza stress!

Città rinascimentali - Modena credits Alan_W100

© Alan_W100 via Flickr

Visitare Reggio Emilia (e i suoi ristoranti tipici)

Altra destinazione imperdibile per chi vuole visitare l’Emilia Romagna è Reggio Emilia: se prendi un treno Alta Velocità verso la città arrivi diretto alla stazione AV Mediopadana progettata da Calatrava, un vero gioiello dell’architettura moderna.

Tante le curiosità da scoprire nel centro di Reggio, dal cedro del Libano centenario alla coloratissima opera d’arte di Sol LeWitt all’interno della biblioteca Panizzi, fino alla stanza del Palazzo Municipale dove è nata la bandiera italiana! E non c’è bisogno di dirti che anche qui puoi gustare il meglio della cucina emiliana, in tanti ristoranti tipici che propongono i piatti della tradizione.

reggio emilia curiosità sala del tricolore

© Comune di Reggio Emilia – ph. Alessandro Azzolini

Parma: un giorno nella cittadina emiliana

Parma è una meta perfetta anche per una gita di un giorno, che magari inizi con un comodo viaggio in treno + autobus del servizio Italobus: qui ti consigliamo di non perdere Piazza del Duomo, la Basilica di Santa Maria della Steccata e i capolavori della Galleria Nazionale, oltre ad un immancabile assaggio di gnocco fritto e crudo di parma in uno dei migliori ristoranti della città!

migliori ristoranti gnocco fritto torta fritta parma gallo d'oro

Cosa visitare a Ferrara, la città di Ariosto

Infine, Ferrara è la destinazione perfetta per chi desidera immergersi nel turismo letterario e artistico, sulle orme dei grandi del passato: qui Ludovico Ariosto scrisse alcune delle sue opere più celebri, e Giorgio Bassani ambientò “Il giardino dei Finzi Contini”. Tra le altre personalità di spicco che hanno vissuto a Ferrara ricordiamo anche Giorgio de Chirico, Gaetano Previati e Filippo de Pisis, e ancora il grande regista Michelangelo Antonioni.

Da Giorgio Bassani a Ludovico Ariosto la Ferrara letteraria e artistica - casa di Ariosto Renaud Camus v

© Renaud Camus via Flickr

Insomma, prendere un treno per Ferrara ti permette di respirare tanta cultura, in un contesto che unisce meraviglie naturalistiche e artistiche (non per niente la città è Patrimonio UNESCO e offre tante cose da vedere)… Ma non temere, anche qui potrai mangiare ottimo cibo, gustando le inimitabili pietanze tradizionali dell’Emilia Romagna. Organizza una visita a Ferrara per nutrire lo spirito e anche il corpo!

 

Per la foto di copertina: © Matteo Fagiolino via Flickr