Street art Milano Ortica credits Corriere Milano

Viaggio nella street art di Milano: scopri con noi le opere più interessanti, dal quartiere-museo dell’Ortica ai murales di CityLife.


Milano è una miniera di tesori per gli amanti dell’arte in tutte le sue forme. Tra le categorie espressive più nuove e dirompenti troviamo la street art, che va lentamente colorando e animando le principali città del mondo e nobilitandone anche alcuni quartieri più degradati. Anche il capoluogo lombardo, tra i suoi edifici storici e moderni grattacieli, trova sempre più spazio per colorati murales e graffiti che compaiono spesso a sorpresa, in luoghi impensati.

Ecco perché, dopo averti accompagnato alla scoperta dei luoghi della street art a Roma e dei colorati murales di Napoli, oggi vogliamo proporti un itinerario nella street art di Milano: partiamo!

Street art a Milano? Cominciamo dall’Ortica

L’Ortica si può sicuramente considerare uno dei luoghi più importanti per la street art milanese. Questo quartiere periferico e industriale della città sta lentamente cambiando pelle: qui la storia del Novecento è dipinta sui muri e raccontata in maniera iconica, con delicatezza e un filo di nostalgia.

Street art Milano Ortica credits Repubblica Milano

© Repubblica Milano

Il progetto Arte di Strada, partito nel 2017, ha già dato origine ad un percorso narrativo che vede raffigurati sugli edifici tanti personaggi importanti per la storia di Milano, dipinti da vari artisti: dalle donne della Resistenza ai Martinitt (orfani), dal partigiano Morandi al cardinal Ferrari. E ancora Nanni Svampa, Enzo Iannacci, Alda Merini, Liliana Segre e molti altri…

I graffiti di Milano: tante sorprese sui Navigli

I Navigli non sono solo uno dei posti migliori dove fare l’aperitivo a Milano. In questa zona della città puoi trovare anche tanti murales colorati, da apprezzare durante una bella passeggiata: ti capiterà così di scorgere uno squalo pronto a divorare chi passa sulla scala del ponte sul Naviglio Pavese, opera dello street artist Marco Teatro, ma anche sirene che fluttuano tra le onde, alberi carichi di fiori e frutti, bambine che abbracciano gatti. Non lontano dall’omonima chiesa, potrai ammirare anche un colorato San Cristoforo, opera di Frode, che regge il bambino Gesù e, nell’altra mano, un pennello da writer!

Street art Milano Ortica credits serena milici

© seremlc via flickr

San Lorenzo: sul muro due millenni di storia

L’ispirazione è prettamente storica per il progetto che colora il muro della Basilica di San Lorenzo, per volere della stessa curia milanese: “Milano Street History” abbraccia oltre due millenni di storia e ne rappresenta tanti volti celebri, da Attila a Sant’Ambrogio, da Leonardo a Manzoni.

Street art Milano Ticinese credits Corriere Milano

© Corriere Milano

Colore ed efficienza energetica protagonisti a Bovisa

Particolare, e da non perdere, anche il murale “Mutevole” di Elisabetta Mastro, in zona Bovisa: 26 quadrati colorati, con figure in movimento, che rappresenta uno dei progetti di riqualificazione urbana meglio riusciti a Milano. E nella vicina stazione puoi trovare anche il grande Muro dell’Energia: 130 metri quadri per sensibilizzare sul tema dell’efficienza e della sostenibilità.

I murales a Milano Isola

La street art conquista anche i quartieri più nuovi di Milano, come Isola. Già uscire dalla stazione Garibaldi è un tuffo nell’arte, grazie ai suggestivi murales che tappezzano il sottopassaggio permettendoti di fare un viaggio in un mondo parallelo, tra volti, boschi e fantasie geometriche: merito del progetto di riqualificazione EscoAdIsola, che ha permesso di dimenticare decenni di pareti grigie e antiestetiche scritte. Non perderti poi i tre graffiti dedicati al Piccolo Principe, in via Angelo della Pergola!

Il “muro contro i muri” di CityLife

Per finire, nel cuore di CityLife ecco il grande murale W.A.L.L. (acronimo di Walls Are Love’s Limits), realizzato dal riminese Eron: 120 metri di sagome di alberi, quasi evanescenti, immersi in una sorta di nebbia e con al centro un sole accecante. Se vuoi vederlo, devi affrettarti: il muro sarà rimosso tra un paio d’anni per volere dello stesso artista, che intende protestare contro tutti muri del mondo (anche quelli culturali e psicologici).

A Milano con Italo

Cosa aspetti? La street art milanese, che non conosce regole, è pronta a sorprenderti! Per scoprire la città in questa veste insolita, onirica e suggestiva, non devi fare altro che prendere uno dei tanti treni per Milano che collegano il capoluogo lombardo al resto d’Italia, e partire ad Alta Velocità e in tutta comodità per il tuo tour all’insegna dell’arte di strada.

 

Per la foto di copertina: © Corriere Milano