Presepi napoletani San Gregorio Armeno - credits ItalyStyle via Flickr

Viaggio alla scoperta dei presepi napoletani di via San Gregorio Armeno a Napoli: storia, tradizione e simpatia nel cuore della città.


Per vivere la magia del Natale, non c’è destinazione migliore di San Gregorio Armeno a Napoli. Se stai progettando una gita prenatalizia, ti abbiamo già dato molti spunti per visitare i classici mercatini di Trento o per un giro di shopping gastronomico a Bologna: oggi, invece, vogliamo accompagnarti in una delle vie più amate della città partenopea.

Ponte Ognissanti - Napoli credits Francesco Di Benedetto via Flickr

© Francesco Di Benedetto via Flickr

A Napoli a caccia di statuine per il presepe di Natale

Via San Gregorio Armeno, la piccola e suggestiva “via dei presepi napoletani”, situata nel cuore del centro cittadino, permette di immergersi in un’atmosfera incantata, tra vive tradizioni religiose, folklore e simpatici richiami all’attualità.

Come certamente saprai, infatti, gli occhi di tutta Italia (e non solo) nel periodo che precede le festività sono puntati sul vicolo napoletano, per sapere quali personaggi della politica o dello show business si saranno meritati un posto accanto alla Sacra Famiglia e ai pastori.

Sei curioso di saperlo anche tu? Seguici in questo viaggio alla scoperta delle origini e delle curiosità sui presepi napoletani di San Gregorio Armeno.

Presepi napoletani San Gregorio Armeno credits Martha de Jong-Lantink via Flickr-min

© Martha de Jong-Lantink via Flickr

Napoli e il presepe: una storia d’amore antica…

La passione dei napoletani per il presepe ha origini molto antiche. I primi allestimenti furono introdotti dall’ordine francescano nel Trecento, ma fu nel Settecento che l’arte del presepe raggiunse il suo massimo splendore, grazie a Carlo di Borbone e alla sua passione per l’artigianato. Passione che è mantenuta viva ancora oggi da varie botteghe artigiane, concentrate perlopiù nella via San Gregorio Armeno, appunto.

Passeggiare per la “via dei presepi napoletani” oggi significa immergersi in un’atmosfera di festa, tra i vivaci colori delle statuine e il profumo delle caldarroste vendute dagli ambulanti, sullo sfondo del calore umano e dell’inconfondibile veracità dei napoletani.

Gli scenari e i personaggi dei presepi sono fatti rigorosamente a mano, in legno o terracotta, nel rispetto della tradizione e con estrema cura per i particolari. Ogni pezzo è unico, realizzato spesso da maestri scultori e impreziosito talvolta da abiti con tessuti di pregio… Insomma, le statuine del presepe napoletano sono delle vere e proprie opere d’arte!

con un occhio all’attualità!

Non mancano, come dicevamo, elementi di modernità: negli ultimi anni nel presepe hanno trovato un posto personaggi celebri come Totó, Maradona, Steve Jobs, ma anche Donald Trump. Secondo molti, nel 2018 faranno la loro comparsa anche le statuine degli ormai onnipresenti Ferragnez, cioè la coppia formata dal cantante Fedez e dall’imprenditrice digitale Chiara Ferragni 😊

Presepe napoletano: in quali botteghe fare acquisti?

Se guardare non ti basta, e vuoi portarti a casa un pezzo autentico del presepe napoletano, ti suggeriamo in particolare due indirizzi da non perdere. Tra i nomi che hanno fatto la storia troviamo Gambardella, bottega che dal 1800 che si occupa di dare vita a presepi in sughero e personaggi in terracotta, come vuole la tradizione: la trovi in via San Gregorio Armeno 49.

Poco più in là, al civico 18, c’è un’altra istituzione partenopea, il negozio della famiglia Di Virgilio che da quattro generazioni si dedica all’arte del presepe, e ti offre anche la possibilità di ottenere una statuina personalizzata, con le fattezze tue o di un tuo caro!

A Napoli con Italo

Il mezzo migliore per raggiungere Napoli? Il treno, naturalmente! Italo ti offre ogni giorno tante corse per Napoli da tutte le principali città italiane, alcune senza fermate intermedie così puoi arrivare comodamente in stazione e spostarti in città con la metropolitana, ammirando anche le sue sorprendenti Stazioni dell’Arte.

Per raggiungere via san Gregorio Armeno, dovrai prendere la linea 1 e scendere alla fermata di Piazza Dante: approfittane anche per un giro per il centro e magari per un assaggio dei succulenti piatti tipici locali!

“Te piace o presepe?”: Chiedeva Eduardo de Filippo in “Natale in casa Cupiello”: se la risposta è sì, prendi il treno e raggiungi Napoli, dove l’atmosfera natalizia dura per tutto l’anno!

 

Per la foto di copertina: © ItalyStyle via Flickr