Piatti tipici Padova credits Mia Battaglia via flickr

Dai bigoli al bollito misto, dalla gallina ai folpetti: scopri gli indirizzi giusti per provare i piatti tipici di Padova, soprattutto se sei in trasferta.


Padova è una città splendida, culla di commerci e università, da sempre grande centro d’arte, cultura e scienza. Se le tue trasferte di lavoro ti portano spesso qui, hai la fortuna di poter godere, tra una riunione e l’altra, di un’incredibile ricchezza storica e artistica, da apprezzare anche in una semplice passeggiata per il centro storico. In passato ti abbiamo già accompagnato, per esempio, alla scoperta del Museo della Specola o dell’Orto Botanico di Padova.

C’è un altro motivo per cui un viaggio di lavoro nella città veneta è sempre un’esperienza entusiasmante: i piatti tipici di Padova, delizie gastronomiche che puoi gustare in pausa pranzo o a cena in tanti ristoranti locali. Abbiamo selezionato in particolare cinque specialità, indicandoti altrettanti indirizzi che li preparano a regola d’arte: seguici e preparati a scoprire una Padova incredibilmente gustosa!

andare a padova per il ponte dell'immacolata

Ristoranti tipici di Padova centro: assaggia gli sfilacci di cavallo all’osteria “L’anfora”

I veneti sono sempre stati abili allevatori di cavalli e il consumo di carni equine è radicato nella tradizione del luogo. Un piatto sicuramente da provare sono quindi i tipici sfilacci di cavallo, preparati conservando la carne in salamoia e poi cuocendola a vapore e fumo. Nel cuore della città, puoi assaggiarli accompagnati da una polenta fumante all’osteria “L’Anfora”, un locale accogliente a due passi da Piazza delle Erbe.

L’Anfora
Via dei Soncin 13
Telefono: 049 656629

Padova, osterie tipiche: prova i bigoli “Ai scarponi”

Ami la pasta fresca? I bigoli sono grossi spaghetti preparati con farina, uova, acqua e sale e poi passati in un torchio detto bigolaro. Elemento indispensabile della cucina padovana, possono essere conditi con varie salse, dal sugo d’anatra alle sarde e capperi. Dove provarli? L’osteria “Ai Scarponi” li propone con ragù di corte, un ragù bianco fatto con le carni di animali da cortile.

Ai Scarponi
Via Cesare Battisti 138
Telefono: 0498171285

Trattorie tipiche di Padova: dai Paccagnella trovi la vera gallina padovana!

Un’altra eccellenza della tradizione gastronomica locale è la mitica gallina padovana, razza di derivazione polacca allevata rigorosamente a terra e alimentata con granaglie integrate per l’ultimo periodo con latte e miele. La cucina di Padova, fiera di questa produzione, la esalta in diversi piatti, dai primi ai saporiti secondi. Noi ti consigliamo di provare la gallina padovana “imbriaga” dell’antica trattoria dei Paccagnella.

© Antica trattoria dei Paccagnella

Antica trattoria dei Paccagnella
Via Del Santo 113
Telefono: 049 875 0549

Il gran bollito alla Padovana è “da Giovanni”, ristorante tipico

Si dice che persino Galileo fosse ghiotto del gran bollito misto, piatto tipico preparato con carni di manzo, cotechino e gallina insaporite con mostarda, salsa verde o cren. All’osteria “Da Giovanni”, da oltre 60 anni, il carrello dei bolliti passa per i vari tavoli invitando i commensali a servirsi dei tagli che preferiscono.

© Da Giovanni

Da Giovanni
Via Pietro Maroncelli, 22
Telefono: 049 772 620

Altri piatti tipici di Padova: pesce e folpetti a “La Folperia”

La cucina padovana è forte anche sul pesce. A partire dai folpetti, moscardini preparati in vari modi tra cui bolliti con aromi vari. Se vuoi assaggiarli cerca il chiosco “La folperia” nel canton delle busie, tra piazza delle Erbe e piazza della Frutta, dove li trovi insieme a tutto il meglio del mare fresco: bovoletti, gamberi, baccalà, sarde in saor.

© La Folperia

La folperia
Piazza della Frutta, 1

A Padova con Italo

Ci sono davvero tanti buoni motivi per visitare Padova: oltre alle trasferte di lavoro, perché non organizzi una visita al centro storico oppure un weekend relax di coppia alle terme Euganee? Per raggiungere la città, Italo ti offre treni per Padova da ogni parte d’Italia. Devi solo accomodarti a bordo e goderti il viaggio, pronto a scoprire le mille meraviglie (e gli inimitabili sapori) di questa incredibile destinazione.

 

Per la foto di copertina: © Mia Battaglia via flickr