Festa della Repubblica

Scopri le migliori idee per trascorrere il 2 giugno a Roma! Dalla parata militare alle attività all’aria aperta fino alla scoperta dei posti più insoliti della capitale.


La Festa della Repubblica quest’anno cade di venerdì quindi puoi fare ponte e goderti ben tre giorni di vacanza. Segui i nostri consigli su cosa fare a Roma in tre giorni e trascorri il ponte del 2 Giugno nella Città Eterna! Organizza il tuo viaggio e parti con Italo alla scoperta dei posti da vedere nella capitale. Festeggia la Festa della Repubblica partecipando alla tradizionale parata militare e scopri i posti più insoliti e suggestivi di Roma.

Ecco cosa fare a Roma per il ponte del 2 giugno 2023:

  1. Parata Militare ai Fori Imperiali
  2. Passeggiata del Gelsomino
  3. Via Piccolomini e l’effetto ottico del Cupolone
  4. Teschio di San Valentino e Bocca della Verità
  5. Catacombe di Via Appia
  6. Porta magica di Piazza Vittorio
  7. A Roma con Italo

1. Parata Militare ai Fori Imperiali

Parata Militare ai Fori Imperiali

L’evento più suggestivo del 2 giugno a Roma a cui puoi partecipare è la tradizionale Parata Militare in via dei Fori Imperiali.

Venerdì 2 giugno 2023, è il 77° anniversario della Festa della Repubblica e il Presidente della Repubblica, alla presenza delle più alte cariche Istituzionali, rende omaggio all’Altare della Patria in Piazza Venezia, con la deposizione di una corona d’alloro con nastro tricolore in omaggio del Milite Ignoto. Il cerimoniale continua con il sorvolo delle Frecce Tricolori sui cieli di Roma e la tradizionale parata delle forze armate nata nel 1948.

Parata Militare

Inoltre, grazie al Ministero della Cultura, il 2 giugno, hai la possibilità di accedere gratuitamente ai musei, alle aree e ai parchi archeologici e ai complessi monumentali di pertinenza statale, inclusi, in assenza di un percorso espositivo separato e di un biglietto distinto, gli spazi in cui sono allestite mostre o esposizioni temporanee.

Se poi hai voglia di passare una rilassante serata nella capitale, ecco cosa fare a Roma la sera, idee e i luoghi più belli.

2. Passeggiata del Gelsomino

Passeggiata Gelsomino

Come seconda idea per festeggiare il 2 giugno a Roma ti proponiamo una rilassante passeggiata con vista Cupolone di San Pietro. Devi sapere che il Vaticano ha una ferrovia, costruita nel 1929 per collegare lo Stato Pontificio al Regno d’Italia, ormai dismessa da anni. Grazie al Giubileo del 2000 uno dei due binari è stato rimosso lasciando spazio ad una passeggiata suggestiva chiamata la passeggiata del Gelsomino.

Perché si chiama così? Questa passeggiata è una tra le più romantiche della capitale e si chiama così perché lungo la via trovi tantissimi gelsomini che in estate sono al massimo della fioritura e perché il percorso ferroviario si affaccia su quella che un tempo era chiamata la valle del Gelsomino.

Per raggiungerla devi entrare all’interno della Stazione San Pietro, come per voler prendere il treno e poi proseguire lungo il binario 1 svoltando subito a destra. Da qui inizia il percorso che ti permette di ammirare San Pietro e la sua Cupola da una prospettiva molto particolare e diversa dalle altre.

Insomma passeggiando dall’alto sui tetti di Roma fino alla Santa Sede puoi ammirare uno dei paesaggi più belli e suggestivi di Roma.

Non perderti la nostra guida su cosa vedere nella Città del Vaticano, dai Musei fino ai Giardini Vaticani.

3. Via Piccolomini e l’effetto ottico del Cupolone

Via Piccolomini

Come terza tappa insolita che puoi vedere in questo ponte del 2 giugno è l’illusione ottica di via Niccolò Piccolomini. Roma ti stupisce in ogni angolo ma questa prospettiva ti lascerà a bocca aperta.

Trovi questa strada nel quartiere Aurelio, e da qui puoi ammirare la Cupola di San Pietro con un effetto ottico unico: più ti avvicini verso la fine della via e più il Cupolone si allontana e si rimpicciolisce e viceversa, più ti allontani e più il Cupolone sembra ingrandirsi e avvicinarsi.

Questo mistero è solo un gioco di prospettive che ti inganna lo sguardo. Il Cupolone, avvicinandoti, sembra più lontano perché ai lati di via Piccolomini si trovano alcuni edifici e nei primi 50 metri della strada, vedi solo la cupola incorniciata dalle file di edifici sia a destra che a sinistra. Se prosegui lungo la via vedi lo spazio in maniera diversa e con lo sguardo sembra che la Cupola di San Pietro si allontani.

Insomma è un’esperienza da fare che ti stupirà e se ami le illusioni segui i nostri consigli su come raggiungere il Museo delle Illusioni a pochi passi dalla Stazione Termini. Se invece vuoi anche deliziare il palato e scoprire i piatti tipici della capitale ecco dove mangiare la migliore carbonara a Roma.

4. Teschio di San Valentino e Bocca della verità

Teschio di San Valentino

La quarta tappa insolita che ti consigliamo è la chiesa di Santa Maria in Cosmedin per ammirare sia la famosa Bocca della Verità, che trovi nel portico all’esterno, che il teschio di San Valentino, Santo Protettore degli Innamorati, all’interno di una cripta dell’VIII secolo scoperta nel Settecento. Il teschio è conservato in una teca di vetro e ornato da rose rosse. Una volta entrato rimarrai stupito dai bellissimi mosaici e dalla particolarità della chiesa. Ogni 14 di febbraio la reliquia del teschio di San Valentino viene esposta ai fedeli, e venerata.

La basilica la trovi in piazza della Bocca della Verità a pochi passi dalla fermata Metro B Circo Massimo. È aperta tutti i giorni dalle 9:30 alle 18 e il costo del biglietto è gratuito.

Bocca della verità

Durante la tua visita nella città eterna puoi provare i 5 ristoranti all’aperto a Roma tra monumenti storici e nuovi simboli della città. Non te ne pentirai!

5. Catacombe

Catacombe

La quinta meta insolita per trascorrere la Festa della Liberazione è il Parco Regionale dell’Appia Antica dove trovi numerose tombe, rovine e le tre famose catacombe: le Catacombe di Callisto, le Catacombe di San Sebastiano e le Catacombe di Domitilla, tutte visitabili senza prenotazione. Particolari sono anche le catacombe ebraiche della Vigna Randanini, che puoi visitarle solo con prenotazione.

Devi sapere che le catacombe di Roma furono utilizzate come cimiteri fino al V secolo e servirono come luogo di culto per i martiri fino alla fine dell’VIII secolo ma con l’invasione dei Goti e dei Longobardi in Italia, le ossa dei martiri e dei santi nelle catacombe non erano più sicure e furono trasferite nelle chiese. Queste catacombe romane poi furono dimenticate e riscoperte solo dal XV secolo.

Catacombe 2

Le Catacombe di San Callisto sono chiuse il mercoledì. Nelle Catacombe di San Sebastiano è sepolto lo stesso santo per questo portano il suo nome come la basilica. L’ingresso alle catacombe è vicino alla basilica e sono chiuse il lunedì e il martedì. Le Catacombe di Domitilla prendono il nome da Flavia Domitilla che era proprietaria del terreno e sono le catacombe cristiane più grandi di Roma.

Le puoi raggiungere con la linea Atac 118 da Piazza Venezia al Punto Informazioni dell’Ufficio del Parco che continua oltre le catacombe di San Callisto e San Sebastiano fino alla Villa dei Quintili o con l’autobus 218 dalla Basilica di San Giovanni in Laterano al Punto Informazioni dell’Ufficio del Parco che prosegue su Via Ardeatina fino al Santuario del Divino Amore. Per tutte le altre info su costi e orari visita le pagine delle Catacombe.

Non perderti la nostra guida su cosa visitare gratuitamente a Roma tra musei e curiosità.

6. Porta magica di Piazza Vittorio

Porta Magica di Piazza Vittorio

L’ultima meta insolita a pochi metri dalla stazione Roma Termini è la Porta Magica di Piazza Vittorio. La Porta Magica o Porta alchemica la trovi all’interno del parco al centro della famosa Piazza Vittorio ed è protetta da due statue del dio egizio Bes. Questo mistero si alimenta anche grazie ad un messaggio in codice che nessuno ha ancora svelato. Questa porta faceva parte di una villa della quale oggi non è rimasto più nulla e si dice che il marchese Palombara riuscisse, attraverso questa porta, a trasformare i metalli in oro.

La porta la puoi ammirare anche dall’esterno del parco, è sempre visibile e gratuita ed è uno dei luoghi magici e più misteriosi di Roma.

Se ami i misteri non perderti le nostra guide e scopri il Quartiere Coppedè di Roma tra liberty e art deco e Roma alternativa: 5 idee per visitarla lontano dai soliti itinerari

7. Con Italo a Roma

Con Italo a Roma

Raggiungi la Città Eterna con l’Alta Velocità di Italo e arriva nelle stazioni di Roma Termini o Roma Tiburtina che sono collegate con le linee metropolitane e altri servizi di trasporto urbano e ti permettono di raggiungere tutte le zone della città e i dintorni. Scopri orari e tariffe dei treni per Roma e acquista il tuo biglietto Low Cost modificabile. Italo ti offre tanti collegamenti per Roma da ogni città d’Italia. Lo sai che ci sono tanti treni Milano-Roma ogni giorno e in meno di 3 ore sei nella città eterna? O da Napoli in poco più di un’ora e da Venezia in meno di 4? Organizza la tua vacanza per il lungo ponte del 2 Giugno e scopri tutta la convenienza di Italo Treno. Ricordati di accedere sempre alla tua area riservata per usufruire anche delle Offerte Più, tariffe dedicate ai soli iscritti. Se non lo hai ancora fatto, puoi registrarti gratuitamente al Programma Fedeltà Italo Più, avrai subito il -5% di sconto sul tuo primo viaggio e in più accumuli punti con i tuoi viaggi per richiedere biglietti premio gratuiti.